SBK, Finalmente la Kawasaki ha accontentato Rea: batteranno ancora la Ducati?

La ZX-10RR nelle ultime stagioni ha pagato qualcosa in termini di prestazioni contro le rivali. Ma le magie di Rea hanno sempre coperto le lacune. Cosa succederà ora?

Share


Rea vince sempre e lo fa, ininterrottamente, da 6 anni. In questo lasso di tempo, però, più volte ha dovuto subire il peso di moto oggettivamente più performanti della sua ZX-10RR. Così, nel corso delle stagioni abbiamo iniziato a pensare che la differenza, vera, in Superbike l’abbia fatta proprio il nordirlandese, che, insieme e grazie al suo team, è riuscito a tirar fuori sempre il massimo da una moto che forse non era la migliore della griglia con costanza ed esperienza. La conferma lampante di questa tesi è stata la stagione 2019 quando Johnny ha vinto il mondiale perdendo tutte le prime 11 gare ma chiudendo sempre secondo ed una volta terzo dietro alla Ducati di Bautista, arrivato in pompa magna dalla MotoGP per portare il mondiale delle derivate di serie a Borgo Panigale. 

Proprio la Panigale V4 R e, successivamente, la Honda CBR Fireblade sono state il punto di rottura per una categoria che sembra omologarsi sempre di più alla MotoGP anche per soluzioni tecniche. Le derivate di serie, quindi, hanno preso una piega puntata alla prestazione massima, non saranno prototipi come le sorelle maggiori ma poco ci manca. Iconica questa foto che scattammo a Jonathan ai test di Jerez di gennaio alla prima uscita ufficiale della Honda CBR 1000 RR-R. Il 6 volte campione del mondo era lì, come un appassionato o un giornalista qualunque a godersi ed osservare il riscaldamento di un motore tra i migliori della categoria, e forse a pensare a come convincere la propria Casa a progettarne uno simile. Intendiamoci: il motociclismo è lo sport della coperta corta, se si tira troppo da una parte ci si scopre dall'altra ed infatti Ducati e Honda non hanno la manegevolezza della Kawasaki, ma ormai il divario tecnico sembrava troppo ampio

La vicinanza temporale del rinnovo “a vita” di Rea con Kawasaki alla presentazione di un aggiornamento della ZX-10RR è stato indizio troppo importante per essere considerato come una mera coincidenza coincidenza. Così, dopo un mondiale stravinto davanti alla Ducati e alla Honda, con la Casa giapponese in preda a tanti problemi, siamo tornati a Jerez e nella giornata di ieri, un paio di box alla destra di quello della foto precedente, Jonathan Rea ha svelato la sua nuova creatura. In questi giorni abbiamo scritto molte volte che la nuova Kawasaki è nata per battere la Ducati, frase strana se si pensa che Kawasaki vince da 6 anni contro tutti. Ma in realtà non esiste frase più azzeccata. La Panigale V4 R era una moto più moderna, più performante e più completa della ZX-10RR delle scorse stagioni e anche se Rea ha fatto magie ora tocca ai giapponesi provare a vincere contro Borgo Panigale.  

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti