SBK, BSB, O'Halloran e Mackenzie rinnovano con McAMS Yamaha per il 2021

Entrambi reduci da un 2020 positivo, che li ha visti lottare per il titolo fino alla finalissima di Brands Hatch, Jason e Tarran resteranno a difendere i colori della compagine di Steve Rodgers anche nel 2021

Share


Il segreto per vincere è una gestione costante e attenta. Questo aforisma di Tom Landry rispecchia a tutto tondo l'ennesima notizia di mercato inerente il BSB British Superbike in ottica 2021. Dopo gli squadroni BMW, oggi è toccato alla Casa dei Tre Diapason svelare i propri piani: Jason O'Halloran e Tarran Mackenzie resteranno nel Team McAMS Yamaha anche il prossimo anno. Un annuncio nell'aria da diverso tempo, ma non del tutto scontato, giunto al termine di un 2020 altamente positivo. Per entrambi si tratterà del terzo anno consecutivo insieme, con un prolungamento del contratto di 365 giorni, con l'obbiettivo di puntare all'alloro finale.

Un 2020 da incorniciare, o quasi

Se il 2019 si era rivelato un anno avaro di soddisfazioni, partito in malo modo con il contatto tra i due compagni di squadra avvenuto nel debutto di Silverstone 'National' in piena lotta per la vittoria, lo scorso anno qualcosa è decisamente cambiato. Vuoi per l'introduzione della nuovissima YZF-R1, vuoi per la stagione in più di esperienza sulle spalle, Jason O'Halloran e Tarran Mackenzie si sono rivelati i grandi outsider nella battaglia per il titolo.

Il 32enne, in seguito ad un lungo periodo in chiaroscuro con Honda Racing UK, ha (finalmente...) messo in mostra tutte le sue qualità: tre vittorie e otto presenze sul podio non sono un dato di secondo piano. A tratti conseridato l'uomo da battere grazie alle straordinarie prestazioni nel week-end di Oulton Park, Jason O'Halloran si è poi dovuto arrendere a Josh Brookes nella "sua" Brands Hatch. Nonostante il ritmo-da-titolo tenuto per gran parte delle 18 gare, all'originario di Wollongong è rimasto un pizzico di amaro in bocca per come si è conclusa la stagione.

"Il 2020 è stato l'anno più proficuo della mia carriera nel BSB - ha dichiarato Jason O'Halloran, vice-campione 2020 - alla stagione di esordio con la nuova moto sono riuscito a restare in lizza per il titolo fino alle ultime manche. Sebbene sia stato un periodo caotico, con pochi test e sessioni di prove, abbiamo dimostrato a tutti il livello della R1. Per quanto mi riguarda è stato molto semplice decidere di continuare con questo progetto, con maggior tempo per sviluppare la moto credo che otterremo ulteriori successi".

Sulla stessa falsariga Tarran Mackenzie, estremamente competitivo fino a Brands Hatch. Fresco di due vittorie e quattro piazzamenti a podio, con la quinta posizione in campionato, il 25enne ha sbalordito pubblico e addetti ai lavori per la costanza prodotta nel finale di stagione. Per "Taz"  il 2020 si prospetta l'anno del definitivo salto di qualità.

"Ho vissuto un anno fantastico, il migliore - ha detto Tarran Mackenzie - sono contento di proseguire con McAMS Yamaha. Abbiamo effettuato dei notevoli passi in avanti con l'inedita R1, abbiamo colmato il gap con Brookes come si è potuto vedere in pista. Per il 2021 sono fiducioso, possiamo fare ancora meglio".

Nel segno della continuità

Dal 2016 formazione di riferimento della Casa dei Tre Diapason nel British Superbike, oltre ad aver confermato entrambi i piloti per la prossima stagione, nel corso del mese di ottobre è stato assicurato il prosieguo di McAMS come title sponsor per il quinto anno consecutivo. Un accordo di collaborazione di vitale importanza per la compagine di Steve Rodgers. Con i progetti già annunciati, adesso non resta più soltanto che attendere i primi test invernali. Le ambizioni sono chiare, anzi chiarissime: conquistare il titolo 2021 del BSB.

Articoli che potrebbero interessarti