Dallara Stradale Club Italia: l’edizione limitata in soli 10 esemplari

La biposto di Varano de’ Melegari, ha ritagliato una piccola ‘fetta’ della propria numerata produzione per realizzare una versione dedicata all’associazione sportivo-culturale Club Italia.

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Club Italia è l’associazione che dal 1985, anno della sua fondazione, promuove l'immagine dell'automobile e della motocicletta italiana in ogni sua valenza, sia essa culturale, tecnica o sociale. Club Italia, quindi, racconta la propria passione per il prodotto italiano attraverso la realizzazione di piccole serie limitate che si fregiano del logo dello scudetto tricolore del Club. Andando a ritroso troviamo, tra le illustri rappresentanti dell’esclusivo circolo, vetture che incarnano il bello del ‘Made in Italy’, Alfa Romeo 4C, Fiat Barchetta e l’immancabile ‘Deltona’ alias Lancia Delta HF Integrale Evoluzione 16V. Non mancano due rappresentanti del mondo motociclistico entrambe di Borgo Panigale. Nel 1995, si fregia del suffisso ‘Club Italia’ la Ducati Monster 900 e quest’anno la medesima investitura è toccata alla Ducati Scrambler. Tutti e cinque i veicoli sono presenti alla presentazione, per omaggiare la ‘nuova’ arrivata, come testimoniano i fotogrammi del video riportato in apertura.

In quest’ottica la Dallara ha deciso di produrre un’edizione speciale della sua vettura dedicata agli appassionati del Club, ritrovando in loro lo spirito che ha spinto l’Ing. Giampaolo Dallara a dare vita alla sua creatura. La produzione totale di vetture Dallara Stradale è limitata a 600 unità tutte numerate. Le dieci vetture della serie speciale Club Italia saranno numerate progressivamente da 201 a 210 Lo stesso Ingegnere ribadisce che “è stato un onore per noi realizzare un’edizione limitata della nostra Dallara Stradale per gli amici di Club Italia. Dalla sua fondazione Club Italia ha sempre svolto un ruolo fondamentale come promotore d’immagine per l’auto italiana nel mondo, pertanto è motivo d’orgoglio esserne parte con la nostra vettura”. A fare da eco, alle parole di stima espresse dall’Ingegnere, troviamo quelle di Umberto Rossi di Montelera, Presidente Scuderia Club Italia: "Il progetto Dallara Stradale Club Italia nasce perché la missione di ogni generazione è di innovare nel segno riconoscibile delle generazioni che l’hanno preceduta. Da quasi 20 anni, il Club Italia collabora con le principali case italiane di auto e moto per realizzare serie esclusive di modelli che nei rispettivi periodi storici hanno rappresentato il massimo dell’avanguardia, dando vita ad uno stile riconoscibile per la sua eleganza, tipico del Club. Quando l’ingegner Gianpaolo Dallara ha deciso di creare la sua prima auto stradale, distillando l’esperienza di 50 anni di successi nel motorsport, l’attrazione tra il Club Italia e l’azienda di Varano de Melegari è stata fatale, tanto che lo stesso Gianpaolo Dallara è stato personalmente coinvolto nello sviluppo della serie limitata. La Dallara Stradale rappresenta una straordinaria eccellenza nell’odierno mondo dell’automobilismo italiano perché seguendo la classica e vincente filosofia della ricerca della leggerezza, condensa in sé la migliore tecnologia disponibile nei materiali e i più sofisticati studi nell’aerodinamica e nella progettazione del telaio. Ne risulta un design senza compromessi direttamente ispirato dall’esperienza nelle competizioni, dove forma e funzione coincidono come è sempre avvenuto nella migliore tradizione progettuale. Simbolo della riuscita della collaborazione tra Dallara e il Club Italia è la carrozzeria carbon look opaco blu scuro, segno che il più tecnico tra i materiali possa incarnare alla perfezione i codici estetici tipici delle serie del Club Italia". 

L’eccezionale base meccanica non viene stravolta. Ricordiamo che le soluzioni tecniche volute dall’ing. Dallara per il proprio ‘sogno’ sono veramente estreme. Telaio monoscocca in fibra di carbonio, che con la carrozzeria anch’essa in materiale composito, ferma la bilancia a 855 kg. La vettura è spinta da un quattro cilindri turbo da 2300cc, con una potenza di 400 CV. Il vantaggioso rapporto peso/potenza e la trazione posteriore permetto di far scattare la Stradale da 0-100 km/h in solo 3,25s. La vettura è in grado di esprimere alla massima velocità un carico aerodinamico di oltre 820 kg e una accelerazione laterale superiore a 2g. Numeri alla mano, non sembra ci fosse la necessità di intervenire sulla meccanica, per cui, tornando all’edizione limitata Club Italia, di seguito si riportano le principali caratteristiche:

Estetica

  • -Carrozzeria completa in carbonio a vista blu opaco.
  • -Fari, Specchietti, Aero Device in carbonio a vista nero lucido.
  • -Pinze freni gialle.

Personalizzazioni dedicate ed esclusive per la versione Club Italia

  • -Dettagli bianchi su Aero Device anteriore, specchietti e ala posteriore (se presente nella configurazione scelta dal Socio).
  • -Livrea Tricolore dedicata su fiancata lato guidatore e specchietti.
  • -Scudetto Club Italia verniciato a mano su entrambe le fiancate.
  • -Interni in ecopelle Cocoa con cuciture tono su tono e dettaglio.
  • -Tricolore su interni lato passeggero.
  • -Targhetta personalizzata aggiuntiva per versione Club Italia.
  • -Firma Ing. Dallara su telaio.

Parti speciali dedicate Dallara Stradale Club Italia

  • -Nuova grafica iniziale dashboard dedicata.
  • -Nuove design griglie radiatori e cofano motore a maglia esagonale in allumino.
  • -Manopole custom (A/C & Engine Map) con design esclusivo in alluminio fresato ed anodizzato.

Share

Articoli che potrebbero interessarti