Tu sei qui

SBK, Honda HRC saluta Dominique Aegerter, tester senza test

Il pilota svizzero era arrivato a inizio stagione come collaudatore per la Superbike, ma alla fine il suo contributo alla causa è stato nullo

SBK: Honda HRC saluta Dominique Aegerter, tester senza test

Share


Era stato annunciato dieci giorni prima del round inaugurale di Phillip Island e avrebbe dovuto curare lo sviluppo della moto, così come prendere parte alla 8 Ore di Suzuka, la gara più attesa del Sol Levante.

Di chi stiamo parlando? Semplice, di Dominique Aegerter, pilota svizzero a cui la Honda ha affidato il compito di collaudare la CBR 1000 RR-R, moto con cui Alvaro Bautista e Leon Haslam si sono presentati ai blocchi di partenza della scorsa stagione.

In casa Honda di lavoro ce ne sarebbe stato eccome da fare, vista soprattutto l’operazione rilancio da parte della Casa in Superbike. Peccato che il contributo dell’elvetico sia stato praticamente nullo.

Già, perché a causa della diffusione del COVID-19 e le conseguenti e le misure restrittive legati agli spostamenti tra Europa e Asia, Dominique non ha mai potuto girare una sola volta con la moto.

In cantiere c’erano infatti sei test: il primo a marzo a Sepang, poi a Suzuka, al fine di aiutare Alvaro e Leon nello e affilare le armi per la 8 Ore. Il programma però non è mai stato rispetto, perché il Virus ha stravolto i piani, creando non poche difficoltà a meccanici, ingegneri e tecnici di spostarsi dal Giappone.

Aegerter però non è rimasto a guardare, tanto che ha già programmato il suo 2021. A meno di cambiamenti dell’ultima ore, nella prossima stagione il pilota svizzero ripartirà dalla SuperSport con la Yamaha del team Ten Kate, con la quale darà l’assalto al titolo iridato.

Honda dovrà quindi cercare un sostituto. Non che in Superbike sia d’obbligo avere un tester, vedi Kawasaki, ma di certo avere un arma in più potrebbe essere utile.   

Articoli che potrebbero interessarti