MotoGP, Pernat: "Cara Aprilia ti do un consiglio, vai alla caccia di Pirro"

VIDEO - "Brutto vedere volare gli stracci tra Dovizioso e Ducati. Non credo che Marquez correrà le prime gare del 2021. Yamaha in crisi? Hanno ragione i piloti"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Come ogni sabato, Carlo Pernat è stato il protagonista della nostra diretta dopo le qualifiche del GP di Valencia (potete vedere il video qui sopra). Questa volta, a tenere banco nella nostra chiacchierata serale, oltre a quello che è accaduto in pista, sono stati i movimenti di mercato che riguardano Aprilia, ora che sa che Iannone sarà fuori dai giochi.

Sono tanti i nomi che circolano: da quelli di Bezzecchi e Di Giannantonio (che hanno già rifiutato), a Canet, fino a Davies e Rabat. 

Pernat, però, ha un’altra idea: “voglio dare un consiglio ad Aprilia, devono andare a prendere Pirro, perché ha voglia di correre. So che farebbero uno sgarbo alla Ducati, ma sarebbe un gran colpo per loro. Io andrei a caccia di Michele”.

Sicuramente in questo momento le opzioni non sono molte.

“Credo che i manager debbano sempre anticipare quello che succede, si sono legati troppo a Iannone - la opinione di Carlo - Bisognava opzionare un giovane prima”

In questi giorni si è parlato molto anche delle tensioni fra Ducati e Dovizioso, con la possibilità di intraprendere un’azione legale da parte di quest’ultimo.

Non credo che Battistella e Dovizioso vogliano fare quello che hanno detto, mi sembra solo una sparata - ha gettato acqua sul fuoco Pernat -Sono convinto che al momento Andrea sia svuotato e non abbia più voglia di correre, ma fa bene ad aspettare quello che succederà in Honda. Io credo che Marquez non correrà le prime gare del 2021, quindi potrebbe essere una soluzione. È comunque brutto vedere volare gli straccia quando quello tra Dovi e Ducati è stato un binomio più che positivo”.

Altro tema caldo è quello Yamaha, con praticamente tutti i piloti che hanno criticato la M1.

I problemi della Yamaha devono risolverli gli ingegneri in Giappone - ha affermato il manager genovese - Io spesso una lancia a favore dei piloti, perché non sanno più che pesci prendere, hanno sbagliato la moto, non è bilanciata: o vincono o vanno in difficoltà”.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti