MotoGP, Zarco: "Continuare a spingere è stata la sfida della giornata"

"Non avere la certezza del meteo e delle condizioni della pista è stato impegnativo. Una giornata stressante, domani mi gioco il podio, ma tutto dipenderà dalle prime battute del Gran Premio"

Share


Quella ottenuta nelle qualifiche di oggi è una 4° posizione che significa tanto per Johann Zarco. Il francese non è stato il miglior pilota Ducati della griglia, visto che Miller ha chiuso in seconda posizione, ma può comunque dirsi soddisfatto della sua giornata. 

“È stato un sabato stressante per via dell’incertezza sulla pioggia e sulle condizioni del tracciato ma bisognava continuare a spingere e questa è stata la sfida della giornata – ci ha detto Zarco dopo la Q2 - In qualifica è andata bene, ho capito le condizioni al primo passaggio e poi mi sono concentrato sul migliorarmi. Partire dalla 4° posizione sarà un bell’aiuto per la gara di domani”. 

Hai idee sul passo che potrai tenere nel corso della gara? Avete già deciso le gomme?

“Non posso dire quale sarà il mio passo domani ma ho una buona confidenza e so di poter essere veloce, sarà importante arrivare preparati dal punto di vista del degrado gomme agli ultimi 9 giri. Se tutto andrà nel modo giusto potrò lottare per il podio. Sicuramente utilizzerò la gomma della scorsa settimana perché dovrebbe fare caldo”. 

Dura all’anteriore e media al posteriore quindi per Zarco che però nella giornata di oggi ha anche provato le gomme medie. Erano indiziate per essere usate in gara?

“Ho usato le medie in FP4 per provarle, avevo bisogno di girare su quelle gomme per fare dei miglioramenti sulla moto ed è stato importante farlo”. 

Sempre parlando di gomme in Yamaha stanno avendo problemi con la pressione dell’anteriore in gara. Hai mai sofferto di questo problema con la Ducati o è qualcosa che è limitato alla M1?

“Credo che il problema che hanno avuto le Yamaha possa succedere a tutti e a tutte le moto quando segui qualcuno l’anteriore si scalda e la pressione sale, si tratta solo di gestire la gara e l’aumento della pressione”.

Hai detto di poter lottare per il podio? Quale sarà la chiave dalla gara?

“La chiave di domani sarà avere ritmo nelle prime battute della gara. Sappiamo che qui a Valencia non è semplice sorpassare e la cosa migliore è essere nel gruppo dei primi o addirittura non avere nessuno davanti a te”.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti