MotoGP, UFFICIALE - Cal Crutchlow sarà il tester Yamaha nel 2021

Per il britannico saranno possibili delle wild card e sarà disponibile come sostituto in caso di infortunio di uno dei piloti 

Share


Yamaha ha annunciato ufficialmente l’arrivo di Cal Crutchlow come tester nel 2021. A partire dal lo shakedown in programma a Sepang, in Malesia dal 14 al 16 febbraio, Crutchlow guiderà la YZR-M1. Parteciperà anche ai test ufficiali IRTA e ad altri test privati Yamaha, con l'obiettivo di aiutare gli ingegneri Yamaha nel programma di sviluppo della MotoGP. 

I 10 anni di esperienza di Crutchlow in MotoGP, in sella a tre diverse case costruttrici, lo rendono il pilota ideale per questo lavoro, fa sapere Yamaha.

Un'apparizione come wild card sarà possibile se ritenuta utile al programma di test e Crutchlow ha anche confermato la sua disponibilità come pilota sostitutivo nel caso sfortunato in cui uno dei piloti Yamaha possa essere costretto a perdere un Gran Premio.

Il britannico aveva vinto il Campionato del Mondo Supersport 2009 con la Yamaha. L'anno successivo è passato al Campionato Mondiale Superbike (WorldSBK) e conquistando dieci podi, tra cui tre vittorie, arrivando 5° in classifica generale. Questo aveva aperto l'opportunità di fare il suo debutto in MotoGP nel 2011 con il team satellite Yamaha dell'epoca, Tech3.

Yamaha ha desiderato ringraziare sinceramente Jorge Lorenzo per la sua disponibilità, il suo supporto e la sua comprensione durante questo anno su cui ha influito l’epidemia Covid-19. Sebbene le circostanze esterne abbiano impedito a questa partnership di realizzare i reciproci obiettivi per il 2020, il rispetto tra le due parti rimane invariato. Yamaha fa i migliori auguri a Jorge per il suo futuro.

Lin Jarvis ha commentato: “Prima di tutto vorrei dire bentornato a Cal. Ricordo ancora la prima visita di Cal a Yamaha molti anni da fresco Campione del Mondo Supersport e ricordo che aveva espresso il suo desiderio di passare al MotoGP in futuro. Dopo il passaggio iniziale in Superbike, ha poi trascorso tre stagioni con noi nel team Tech3 prima di passare a fare altri sette anni di esperienza con due dei nostri principali concorrenti. Questo bagaglio di esperienza, unito all'onesto approccio di Cal, ci porterà sicuramente un grande beneficio, perché l'anno prossimo cercheremo di migliorare le nostre YZR-M1 con un programma di test completo”.

“Naturalmente, avevamo pianificato e sperato in un programma forte quest'anno con Jorge - ha continuato Jarvis - Sfortunatamente, il nostro Factory Test Team ha dovuto presto mettere da parte i suoi piani, dato che la pandemia della Covid-19 è iniziata e ha continuato a influenzare il 2020 a partire da marzo. È un peccato che non siamo stati in grado di portare a termine il nostro programma di test e di realizzare i nostri obiettivi. Auguriamo a Jorge tutto il meglio per i suoi sforzi futuri, e lo ringraziamo per i molti anni di collaborazione con la Yamaha”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti