MotoGP, Nakagami 1° nella FP1 di Valencia: Morbidelli chiude 2°, Dovizioso 7°

Il giapponese di LCR regala un sorriso alla Honda, ma le Yamaha si confermano velocissime con Morbidelli alle sue spalle e Vinales 3°. Veloce anche la KTM con Pol Espargarò, 4° davanti all'Aprilia di suo fratello Aleix. Rossi 13°

Share


ORE 11:55 - Termina qui la nostra cronaca LIVE della prima sessione di libere della MotoGP a Valencia. L'appuntamento è per oggi alle 14:30 quando scatterà la FP2 e la nostra seconda LIVE di giornata. Stay Tuned!

ORE 11:50- Si conferma dunque in ottima forma Taka Nakagami, in grado di portare la Honda in testa alla classifica di questa prima sessione di libere a Valencia. Il giapponese ha avuto la meglio della coppia di piloti Yamaha formata da Morbidelli e Vinales. Da segnalare che lo spagnolo ha montato una coppia di gomme nuove negli ultimi istanti della sessione per garantirsi un posto in Q2, dopo aver sofferto per tutto il turno. 

In quarta e quinta posizione la coppia di fratelli formata da Pol ed Aleix Espargarò, rispettivamente su Aprilia e KTM, mentre è sesto a completare la seconda fila virtuale il primo pilota Ducati, cioè Johann Zarco. Ad aprire la terza fila virtuale c'è Andrea Dovizioso, davanti a Joan Mir e Miguel Oliveira. Chiude la top ten Stefan Bradl, con la sua Honda. 

Sono fuori dalla top ten e dunque al momento confinati in Q1 nomi pesanti come quello di Alex Rins, 11° davanti a Jack Miller e Valentino Rossi. Non è stato velocissimo neanche Alex Marquez, oggi solo 15°, ma è andata anche peggio a Fabio Quartararo che è 16° alle sue spalle. Si deve scendere di altre posizioni per trovare Petrucci e Bagnaia, rispettivamente 18° e 19°. 

Da sottolineare che Bagnaia ha incassato meno di un secondo da Nakagami, c'è quindi una lista di ben 19 nomi racchiusi in un distacco così basso. Tanti stamattina hanno lavorato solo sul passo gara, quindi è plausibile che tra oggi pomeriggio e domani mattina i tempi possano crollare ulteriormente. 

ORE 11:45 - Bandiera a scacchi sulla FP1 di Valencia, con Taka Nakagami che si prende il miglior tempo della sessione. 

ORE 11:42 - Vinales fa finalmente un passo in avanti dopo aver montato una coppia di gomme nuove. Il Top Gun di Yamaha adesso è 6° davanti a Dovizioso. 

ORE 11:39 - Grande equilibrio in pista! Intanto segnalano a Morbidelli dai box che c'è Dovizioso a seguirlo da vicino. 

ORE 11:37 - Balzo in avanti per Aleix Espargarò, che adesso occupa la 4a posizione in classifica. Questa la classifica aggiornata. Dovizioso è 5° alle spalle di Zarco. 

ORE 11:34 - Non stanno brillando in questa FP1 Petrucci e Bagnaia, che sono rispettivamente 16° e 17°. Ancora più arretrato Vinales, che adesso è 19°. Lo spagnolo è senza dubbio il pilota che sta soffrendo di più tra quelli che sono ancora in lizza per il titolo. 

ORE 11:32 - Resta invariata la testa della classifica, con Nakagami che è ancora in testa alla classifica. 

ORE 11:28 - Rivola commenta anche il mancato accordo con Crutchlow: "Con Cal è stata semplice, era un backup per noi. Quando era il momento di firmare, ha preferito una vita più tranquilla. Farà il collaudatore, lavorerà 15 giorni all'anno il che vuol dire non rischiare la vita per 20 Gran Premi. Avremmo preferito saperlo prima, ma ci sta. La nostra fortuna è che ci sono tanti ragazzi molto forti, dobbiamo valutare bene qual'è la scelta migliore per noi, è chiaro che ci piacerebbe prendere un pilota italiano per una moto italiana". 

ORE 11:25 - Rivola continua il proprio intervento: "Crediamo tutti nel nostro progetto. Siamo un gruppo vero ed efficiente. Dovizioso ha detto che noi non abbiamo basi sufficienti. Noi gli abbiamo detto onestamente che non siamo la Honda, non dobbiamo promettere quello che non possiamo fare. Ma possiamo far vedere quello che abbiamo in cantiere e su cui stiamo lavorando. Io credo che la nostra moto non abbia nulla da invidiare alle altre moto, se non che è ancora molto acerba. Del resto è nata neanche un anno fa. Mi sembra il minimo che sia così, credo che sia già ad un discreto livello. Abbiamo due piloti in pista e non sei come altre Case e Suzuki ci ha dimostrato che con dei giovani si può fare molto bene. Questo è un bellissimo stimolo per noi. Sono convinto che riusciremo a fare presto un altro passo in avanti. Oggi Aleix sta andando bene, ma non è mai abbastanza". 

ORE 11:22 - Massimo Rivola interviene ai microfono di SKY: "E' un periodo che siamo in una piscina fredda, viste le notizie che stanno arrivando. La notizia di Dovi che non vuole venire da noi è un peccato, perché è un pilota italiano, con tanta esperienza e sarebbe stato un bel connubio. Avremmo potuto raccogliere delle soddisfazioni assieme, ma l'importante a questo punto è guardare avanti. In questi giorni ce ne stanno capitando di tutti i colori, ma non molliamo assolutamente. Si chiude una porta, si apre un portone. Troveremo la soluzione migliore per la nostra crescita". 

ORE 11:20 - Resta abbastanza attardato Andrea Dovizioso, che al momento è 18° davanti a Maverick Vinales, un altro che sta avendo prestazioni non esaltanti a Valencia. Quartararo in questo momento è 10°. Mir invece si gode la 5a posizione e sembra dominare la situazione. 

ORE 11:17 - Questa la classifica quando mancano poco più di venti minuti alla fine della FP1 di Valencia. Nakagami ha da poco scalzato Morbidelli dalla testa della classifica. Rossi intanto è risalito al 7° posto.

ORE 11:14 - Interviene Guintoli ai microfoni di SKY, commentando le tante voci che gli danno ampio merito per la competitività delle moto di Hamamatsu in questa stagione: "Ringrazio tutti, ma il merito è della Suzuki, dei piloti che corrono. In 4 anni con la Suzuki abbiamo fatto uno sviluppo incredibile, questa moto è bilanciata. Quest'anno il telaio è ancora migliore di quello della scorsa stagione che già era buono ed anche il motore ha quella potenza in più che mancava. Adesso è al livello dell'altro 4 in linea, quello Yamaha. Suzuki ha fatto un grande lavoro". 

ORE 11:13 - Sono solo 14 i punti che separano Joan Mir ed il suo primo titolo iridato in MotoGP. Il traguardo è decisamente vicino per la Suzuki, che di certo non avrebbe sperato ad inizio stagione di vivere questa situazione a due GP dalla fine del mondiale. 

ORE 11:11 - Valentino Rossi questa volta è in pista subito, dopo aver incassato il risultato negativo al tampone. In questa fase Valentino è 18° e sta lavorando per costruire l'assetto della sua M1 sfruttando finalmente la sessione completamente asciutta che ci sta regalando questo venerdì mattina di Valencia. 

ORE 11:09 - Franco Morbidelli ha avuto problemi di pressione con le gomme la scorsa settimana a Valencia, ma questo weekend è iniziato nel migliore dei modi per il pilota del Team Yamaha Petronas. 

ORE 11:07 - In questa fase della FP1 ci sono 17 piloti in un secondo. Il fatto di correre per la seconda volta a Valencia in due settimane permetterà ai piloti di essere tutti ancora più vicini. I distacchi saranno probabilmente minimi. 

ORE 11:05 - Espargarò lima ancora di più i tempi già espressi. Pol Espargarò va a sfiorare il muro del 1'31. Ma passa Morbidelli sul traguardo ed è lui ad abbattere per primo il muro del 1'31, fermando il cronometro in 1'30'944. 

ORE 11:03 - Pol Espargarò risponde a Zarco e si riprende subito la prima posizione in classifica. La stragrande maggioranza dei piloti è in pista con doppia gomma media. Nakagami e Valentino Rossi stano sperimentando la dura al posteriore. In pista intanto c'è Morbidelli che segue da non troppo lontano Joan Mir. 

ORE 11:01 - Johann Zarco si prende subito il miglior tempo davanti a Pol Espargarò e Andrea Dovizioso. La pista è davvero molto veloce ed è plausibile vedere crollare il record di Valencia. 

ORE 10:58 - Intanto è scattata la prima sessione di prove libere a Valencia. Mir entra in pista per cercare di costruire una gara che possa consegnargli il titolo domenica.

ORE 10:55 - Guidotti interviene ai microfoni di SKY per parlare della squalifica di Iannone: "Noi condanniamo assolutamente il doping, è chiaro. Non discutiamo la sentenza, il punto è che il doping è sempre stato molto lontano da noi e questa cosa è incredibile. Questa sentenza ci ha colpiti tutti. Sembra, e parlo da ignorante, una sentenza che sembra molto sbilanciata rispetto a quella che era la situazione e la mancanza di volontarietà di Iannone riguardo questa vicenda". 

ORE 10:51 - Pol Espargarò è salito sul terzo gradino del podio domenica scorsa, ma gli manca ancora la vittoria in sella alla KTM. Un premio meritato dopo le stagioni spese a far crescere la moto austriaca fino al punto di diventare una delle più competitive del lotto.

ORE 10:50 - Buongiorno e benvenuti alla nostra cronaca LIVE della prima sessione di prove libere a Valencia. Il sole splende sul Ricardo Tormo, i tempi di oggi saranno estremamente migliori rispetto a quanto visto appena sette giorni fa. La pista è perfettamente gommata, la temperatura perfetta. 

Valencia ospita per la seconda volta la MotoGP in questa stagione, con l'ultima doppia della stagione prima della partenza del paddock verso l'inedita Portimao. Il Ricardo Tormo potrebbe essere il teatro in cui verrà assegnato il titolo iridato ed ovviamente l'indiziato numero 1 per il ruolo di vincitore è Joan Mir, che ha trionfato qui domenica. 

Il pilota della Suzuki ha un vantaggio di 37 punti in classifica ed ha dimostrato quanto possa essere veloce la sua Suzuki sulla pista spagnola. Gli basta conquistare un terzo posto domenica per mettere al sicuro il titolo. Se però il suo compagno di squadra Rins e Fabio Quartararo non dovessero vincere, gli basterà non perdere 12 punti in classifica da nessuno dei due, un obiettivo assolutamente alla sua portata. 

Non pensiamo che la vittoria di Mir sia scontata, perché la MotoGP in questo 2020 ci ha regalato talmente tante sorprese a capovolgimenti di fronte che a questo punto siamo consapevoli che per avere il nome del campione potrebbe essere necessario attendere l'ultimo giro dell'ultimo Gran Premio a Portimao. 

Tuttavia la lotta ancora più aperta è quella per gli altri due gradini iridati, con due dei nostri che sono perfettamente in lizza. Stiamo parlando di Andrea Dovizioso e Franco Morbidelli, entrambi in partita per ambire a conquistare un posto di prestigio nella classifica finale di questo 2020. In pista ci sarà dalla prima sessione anche Valentino Rossi, che dopo aver tremato causa un tampone positivo, ha avuto il via liberaper correre grazie al doppio controllo che ha dissipato ogni dubbio confermando la sua negatività al Covid. 

La nostra cronaca LIVE della FP1 MotoGP a Valencia scatterà alle 10:55

Questa la classifica iridata:

CLASSIFICA IRIDATA MOTOGP

Share

Articoli che potrebbero interessarti