Rins: "Mir non può perdere, ma se lotteremo in pista, ci rispetteremo"

"Ho ancora delle opzioni per vincere il mondiale ma sarebbe strano se Mir perdesse. Conosco Iannone e quello che è successo non è bello. La sentenza è una vergogna: Andrea, tieni duro!"

: Rins: "Mir non può perdere, ma se lotteremo in pista, ci rispetteremo"

Share


Il suo compagno di squadra potrebbe chiudere la questione mondiale ma Alex Rins non molla anche se si rende conto dell’impresa titanica che ha davanti (anche se forse più che un titano servirebbe un angelo miracoloso).

“Posso ancora vincere il mondiale – ha detto Alex – ma so che Mir ha più opzioni per arrivare al titolo, sarebbe strano vederlo perdere. Sarà molto complicato portare il mondiale vivo sino a Portimao perché Joan dovrebbe finire fuori dal podio e sappiamo tutti che è una cosa difficile al momento visto che è molto costante. I miei obiettivi sono cambiati nel corso della stagione e forse se fossi stato in lotta già dall’inizio qualcosa sarebbe cambiato, soprattutto a Le Mans”. 

Prima di tornare a parlare del mondiale dobbiamo soffermarci su quella che è stata la notizia della settimana: il caso Iannone. Tu hai lavorato con Andrea in Suzuki per due anni, cosa ne pensi della penalità di 4 anni che il CAS ha deciso di infliggergli? 

“Io credo che la penalità che gli hanno dato sia una vergogna. Io conosco Andrea ed in questo momento posso solo dire “Forza Iannone, tieni duro" spero di vederlo qui con noi in futuro”. 

Poche opzioni per il mondiale piloti ma tante per quello dei team e delle Case. Sono obiettivi importanti anche quelli?

"Assolutamente, per vincere il mondiale piloti dovrei arrivare primo questo weekend e battere Mir. Ovviamente il compagno di squadra è il primo rivale e se ci sarà una lotta in pista saremo entrambi molto rispettosi. La Tripla Corona sarebbe un risultato fantastico per la squadra, lavoriamo tutti per questo e proveremo a farcela. Ovviamente se dovessimo vincere non vedrò l’ora di andare in Giappone a festeggiare in fabbrica”. 

In questo momento tu e Joan siete due rivali diretti per il titolo. Che aria si respira in questi giorni nel team? 

“Con Joan non ci siamo visti in questi giorni ma nel team c’è un bel clima, mangiamo insieme e tutto, direi che l’ultima gara non ha cambiato le cose nel team. L’obiettivo di questo fine settimana è vincere, devo fare il mio lavoro e dimostrare quello che valgo. Se riuscirò a vincere sarà la seconda vittoria dell’anno e poi so di avere ancora delle opzioni matematiche per la vittoria del campionato”. 

Articoli che potrebbero interessarti