Volkswagen Golf GTD my2021: la più potente mai realizzata - caratteristiche e foto

Motore 2 litri TDI da 200 CV, Digital Cockpit di serie e sedili sportivi. Così si viaggia e ci si emoziona

Share


Finalmente è arrivata, la nuova Volkswagen Golf GTD, con il suo 2 litri TDI da 200 CV che può solo emozionare. La Turbodiesel di Golf più potente di sempre, con prestazioni e consumi più che interesanti. I CV li abbiamo "sparati", veniamo subito alla coppia massima: 400 Nm costanti tra i 1.750 e i 3.500 giri. 0-100 km/h? Appena 7,1 secondi, senza contare che la velocità massima è di 245 km/h. Difficile chiedere di più. Se a questo aggiungiamo un consumo medio nel ciclo WLTP di appena 5,2-5,5 litri ogni 100 km, il quadro è completo.

Per i "verdi", le emissioni sono di 137-143 grammi al km di CO2. Come tutti i Turbodiesel della nuova Golf, anche quello della GTD è equipaggiato con due catalizzatori SCR (Selective Catalytic Reduction) in serie. Il nuovo sistema twin dosing SCR con doppia iniezione di AdBlue riduce in modo drastico le emissioni di ossidi di azoto (NOX) rispetto alla generazione precedente. La nuova Golf GTD è equipaggiata di serie con un cambio automatico doppia frizione DSG a 7 rapporti

Guardami negli occhi

Il design della nuova Volkswagen Golf GTD ha un carattere decisamente sportivo. I fari a led di serie sono posizionati in basso e creano un’unica forma con la calandra. Una sottile striscia di colore argento sul cofano attraversa tutto il frontale, per proseguire nella linea delle luci diurne all’interno dei proiettori a led. Per la prima volta, la calandra è illuminata da una fascia a led che la percorre per tutta la sua larghezza. Tutto questo dà vita al frontale inedito e inconfondibile della nuova auto tedesca. Un'altra caratteristica specifica è l’ampia e unica griglia di aspirazione nella parte bassa, con la sua trama a nido d’ape, contornata da finiture nere e ali dalle forme aerodinamiche. Gli elementi caratteristici della GTD includono anche i fendinebbia opzionali, integrati nella griglia a nido d’ape e composti da led che formano una X.

Laterale sfuggente

Veniamo ora alla vista laterale. Risaltano subito i cerchi in lega da 17 pollici di serie e le pinze freno di colore rosso, vero tocco sportivo. Le fiancate sono percorse da minigonne pronunciate di colore nero, con un profilo simile a quelli delle auto da corsa. Verso l’anteriore, i profili si uniscono per formare lo spoiler frontale, mentre al posteriore convergono nel diffusore. Un alettone sportivo estende la linea del tetto, migliorando l’aerodinamica e regalando un profilo ancora più slanciato. 

Guarda il posteriore, finchè lo vedi...

L'ottava generazione Golf, ha spalle massicce al posteriore, grazie anche alle luci posteriori a led di serie, cui la GTD aggiunge il tocco degli indicatori di direzione dinamici. Il logo GTD è ora posizionato al centro del portellone, sotto il simbolo Volkswagen, invece che di lato come in precedenza. Lo spoiler sul tetto si sviluppa verso il posteriore, fondendosi con la cornice nera intorno al lunotto. Nella parte inferiore, il diffusore sportivo distingue la GTD dalle Golf meno potenti. Un altro elemento per riconoscere la più potente delle Turbodiesel: il doppio scarico visibile sul lato sinistro. 

Dentro, a tutto sport

Aperte le porte, risaltano immediatamente i sedili sportivi con appoggiatesta integrati e il tradizionale, seppur ridisegnato, motivo a quadri Scalepaper. Distintamente GTD sono gli accenti color argento cuciti nel tessuto tartan grigio e nero. Anche la modanatura color argento sul volante sportivo rivestito in pelle traforata segnala al guidatore che si tratta di una Golf GTD. La strumentazione digitale Digital Cockpit è di serie, mentre il pulsante di avvio Engine Start/Stop lampeggia di colore rosso fino all’accensione del motore. Le applicazioni degli interni, infine, richiamano la fibra di carbonio. 

High tech!

Funzionalità avanzate, assistenti alla guida e dispositivi per il comfort rendono la dotazione della GTD molto completa. Selezione del profilo di guida, sterzo progressivo e bloccaggio elettronico del differenziale XDS ne esaltano le doti dinamiche. La massima sicurezza è invece garantita, tra gli altri, dal rilevatore dei segnali stradali Dynamic Road Sign Display, dalla tecnologia di comunicazione locale con utenti della strada e infrastrutture Car2X e dagli avanzati assistenti alla guida che operando in sinergia compongono il Travel Assist 2.0. Gran auto così, immaginiamoci da guidare...

Share

Articoli che potrebbero interessarti