Honda CB1000R my2021: filosofia Neo Sports Café per la maxinaked - caratteristiche

Potente, compatta e con un look più aggressivo. Ecco come si evolve la naked giapponese, insieme ad un nuovo display TFT a colori e molto altro

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


I motociclisti stanno cambiando, Honda lo sa, ed è per questo che già nel 2018 ha rivisto la sua Honda CB1000R distinguendola dalla massa delle maxi naked di derivazione superbike. I progettisti Honda hanno deciso dunque di rivedere l'anima streetfighter del modello originale, per donarle un tocco di minimalismo retrò-industriale. E' nata così una nuova filosofia la "Neo Sports Café". Per il 2021, abbiamo dei ritocchi mirati all’estetica così come a livello tecnico. Addio poi alla versione "Plus", schiacciata dalla tenebrosa Black Edition.

--> SCOPRI TUTTE LE NOVITÀ HONDA 2021

Restyling importante

Ora, la Honda CB1000R my2021 è più aggressiva. Tante le finiture dei dettagli, come il telaietto reggisella in alluminio a vista. In alluminio anche i convogliatori del radiatore ed i coperchi dell’airbox che confluiscono in un tutt’uno armonico... ma soprattutto con il faro che cambia forma: ora è a goccia e inclinato. Nuovi i cerchi, con motivo a 21 razze. Completamente nuovo anche il cruscotto con display TFT a colori da 5" (offre quattro diversi layout di visualizzazione) e non manca la connettività Honda Smartphone Voice Control system, che collega gli auricolari del conducente al proprio smartphone. In più, è presente una presa di ricarica USB nel sottosella.

Confermati gli indicatori di direzione dotati della funzione di segnalazione della frenata di emergenza (Emergency Stop Signal, ESS) Inoltre, gli indicatori di direzione sono del tipo a disattivazione automatica, basata sulla velocità relativa delle ruote anteriore e posteriore, non sul tempo.La CB1000R 2021 sarà disponibile in Italia nei seguenti colori e in una versione speciale: Candy Chromosphere Red, Matt Beta Silver Metallic e CB1000R Black Edition.

CB1000R Black Edition

La nuova Black Edition vanta un look customizzato realizzato a mano. La base è della CB1000R standard, alla quale sono stati aggiunti alcuni accattivanti accessori extra. Fatta eccezione per alcuni dettagli in alluminio lucidato – razze centrali dei cerchi, contorni delle piastre pivot, coperchio frizione, lati dei cilindri e piastra blocca manubrio – tutto ciò che l’occhio vede è nero: profilo del faro, minicupolino, piastre della forcella, convogliatori del radiatore e coperchi airbox (con finitura anodizzata), collettori di scarico e silenziatore. La verniciatura in Deep Graphite Black adorna il serbatoio carburante e la cover monoposto. Inoltre, il cambio Quickshifter è montato di serie. In più punti, il logo “CB” lavorato rifinisce il tutto.

 

145 CV Euro5 e consumi inferiori

Il propulsore è sempre il quattro cilindri bialbero (DOHC) di 998 cc da 145 CV a 10.500 giri/min e 104 Nm a 8.250 giri/min di coppia massima. Le uniche variazioni per il modello 2021 sono le impostazioni PGM-FI ottimizzate nell’ottica di un’erogazione di potenza più fluida oltre all’omologazione EURO5. Il motore è stato messo a punto per erogare una coppia elevata specialmente nella gamma dai 6.000 agli 8.000 giri/min. Confermata la frizione assistita e con antisaltellamento. Per l’omologazione EURO5, i nuovi sensori LAF (Linear Air Flow) sostituiscono le precedenti sonde lambda in modo da consentire una misurazione più accurata dei gas e ridurre le emissioni inquinanti. Il motore vanta un consumo medio di 17,1 km/l (ciclo WMTC), migliorato rispetto ai precedenti 16,7 km/l.

Il sistema Throttle by Wire offre al pilota il massimo controllo sull’erogazione del motore grazie all’introduzione di 4 Riding Mode con impostazioni preselezionate di cui uno completamente personalizzabile. Tutti i comandi si trovano sul blocchetto sinistro e le impostazioni si visualizzano sullo schermo TFT a colori. Sono presenti tre livelli di erogazione potenza (P), freno motore (EB) e controllo di trazione Honda Selectable Torque Control (T), quest’ultimo anche disattivabile.

Telaio e ciclistica

Per il 2021 il telaio della CB1000R rimane invariato, con struttura monotrave superiore in acciaio scatolato e piastre laterali in alluminio per serrare il perno del poderoso monobraccio lungo 574,2 mm. Il peso con il pieno è di 212 kg mentre la distribuzione dei pesi anteriore/posteriore è 48,5%/51,5%. La forcella, regolabile, è una Showa SFF-BP (Separate Function Fork – Big Piston). Al posteriore, troviamo uno Showa regolabile nel precarico e smorzamento in estensione. L’impianto frenante vede dei dischi flottanti da 310 mm morsi da pinze radiali a 4 pistoncini all'anteriore, mentre al posteriore abbiamo un disco singolo da 256 mm.

Share

Articoli che potrebbero interessarti