MotoGP, Doppietta Suzuki a Valencia, Mir vince e mette le mani sul titolo. Disastro Yamaha

Joan Mir vince la sua prima gara e allunga nel mondiale approfittando dei guai di Quartararo e Vinales. Rins chiude 2° e i due piloti Suzuki guidano la classifica iridata. Gomma sbagliata per Morbidelli, Rossi fermo per rottura meccanica

Share


ORE 14:55 - Termina qui la nostra cronaca LIVE del Gran Premio MotoGP di Valencia, grazie per averla seguita con noi. Restate sintonizzati su GPOne per tutte le dichiarazioni dei protagonisti direttamente dal paddock del Ricardo Tormo. Stay Tuned!

ORE 14:52 - Questa la classifica iridata dopo il Gran Premio d'Europa a Valencia. Mir si prepara alle ultime due gare della stagione con 37 punti di vantaggio su Rins e Quartararo, appaiati in seconda posizione nel mondiale. 4a posizione per Vinales, mentre in 5a posizione sono a pari punti a quota 117 Morbidelli e Dovizioso, che con 50 punti ancora da assegnare sono quasi matematicamente fuori dalla lotta per il titolo. 

ORE 14:50 - Grandissima prova di forza per la Suzuki, che domina il Gran Premio d'Europa a Valencia con una doppietta che ha regalato la prima vittoria in gara a Joan Mir e gli consente di prendere un bel vantaggio in classifica iridata. Mir ha battuto Alex Rins, che adesso lo segue anche in classifica iridata grazie soprattutto al disastro delle Yamaha.

Morbidelli ha sbagliato probabilmente la scelta di gomme ed ha chiuso in una opaca 11a posizione, mentre Quartararo è caduto nel primo giro ed ha conquistato a fine gara solo una mesta 14a posizione alle spalle di Vinales, partito dalla pitlane. A completare un quadro a dir poco pessimo per Yamaha la rottura meccanica che ha fermato Rossi dopo i primi giri di gara. Un vero disastro per la Casa di Iwata. 

L'unico altro pilota che avrebbe potuto tentare di resistere in questa corsa iridata è Andrea Dovizioso, oggi 8° dopo aver dato vita ad una gara concreta ma senza guizzi e corsa su un ritmo molto diverso rispetto a quello della coppia Suzuki. Il miglior pilota di Borgo Panigale al traguardo è stato Jack Miller mentre è incappato in un'altra caduta Pecco Bagnaia. 

ULTIMO GIRO - Vittoria per Joan Mir! Battuti Rins e Pol Espargarò. Questa la classifica.

ULTIMO GIRO - Joan Mir si lancia nell'ultimo passaggio verso una vittoria strameritata! Rins sempre oltre un secondo di distacco, mentre Pol Espargarò non ha ancora mollato. Anche Nakagami si è avvicinato, mentre Binder ha passato Dovizioso per la settima posizione. 

GIRO N°26 - Mir ancora perfetto, mentre Rins resta a circa 1,3 secondi. Ultimi giri in passarella per i due piloti Suzuki. Dovizioso intanto ha passato anche Zarco ed ora è 7° alle spalle di Miller. Binder passa a sua volta Zarco e sembra velocissimo. 

GIRO N°25 - Questa la classifica dopo 25 passaggi. Mir lanciato verso la sua prima vittoria nel mondiale ed una leadership sempre più solida in classifica.

GIRO N°24 - Caduta per Alex Marquez, che tentava di restituire il sorpasso a Dovizioso. Per fortuna nessun contatto fra i due! Adesso Dovi è 8° alle spalle di Zarco. Il vantaggio di Mir intanto è salito a quota 1,4 secondi.

GIRO N°23 - Mir continua la sua cavalcata perfetta ed ora il suo vantaggio supera il secondo su Rins! Miller ha passato Zarco intanto. Dovizioso sta attaccando Alex Marquez, ma entrambi sono sotto tiro da Binder che è risalito molto velocemente. 

GIRO N°22 - IL vantaggio di Mir arriva a quasi un secondo su Rins, che sembra essere in leggera difficoltà Pol Espargarò è ancora a meno di mezzo secondo da Rins, che rischia di perdere il secondo gradino del podio. Miller continua ad insidiare Zarco per la 6a posizione. Dovizioso resta 9°, con Binder che lo sta raggiungendo. 

GIRO N°21 - Resta attorno ai sei decimi il distacco di Rins su Mir, mentre Pol Espargarò perde qualche decimino. Nakagami sempre a circa 2 secondi. Morbidelli intanto è stato passato anche da Binder ed ora è 11°. Il mondiale prende sempre di più la via di Hamamatsu. 

GIRO N°20 - Mir porta il vantaggio su Mir a circa 6 decimi. Sta spingendo tanto, questa la classifica. Miller ha passato Zarco, che però dopo poco restituisce il favore. 

GIRO N°19 - Mir segna un gran tempo, ma Rins risponde e non perde terreno. Anche POl Espargarò resta vicino. Nakagami a meno di due secondi, mentre Miller sta attaccando Zarco, che a sua volta è alle prese con un Oliveira poco brillante in questa fase di gara. 

GIRO N°18 - Joan Mir attacca e passa Rins! Il leader del mondiale si prende la prima posizione anche in gara. Pol Espargarò molto vicino a Rins. Miller intanto è il pilota più veloce in pista ed è ad appena 4 secondi dal leader, quindi ancora in gioco. Riguardando il replay sembra che Rins abbia fatto passare Mir per farsi tirare a sua volta. 

GIRO N°17 - Mir adesso è davvero molto vicino ad Alex Rins e sembra pronto ad attaccare il proprio compagno di squadra. Ancora molto vicino Pol Espargarò ed anche Nakagami sta limando il proprio distacco rispetto ai leader della gara. Zarco vicinissimo ad Oliveira che ha avuto un piccolo crollo con le sue gomme. 

GIRO N°16 - Nakagami passa Oliveira e si fa minaccioso nei confronti di Pol Espargarò per il podio. RIns resta leader ed ha sempre meno di mezzo secondo di vantaggio nei confronti di Mir. 

GIRO N°15 - Questa la classifica, Pol Espargarò sta facendo di tutto per non perdere terreno dalle due Suzuki. 

GIRO N°14 - Si avvicina a mezzo secondo il vantaggio di Rins su Mir, mentre Pol Espargarò è sempre più vicino al leader del mondiale. Oliveira invece perde ancora. Il terzetto che sta conducendo la gara sta portando il passo su un ritmo diverso e creando un vero gap. 

GIRO N°13 - I riferimenti in pista stanno migliorando, i tempi si abbassano. Rins continua a spingere per fare selezione alle sue spalle, ma sia Mir che Pol Espargarò restano vicinissimi. C'è invece circa un secondo tra Oliveira e Pol Espargarò. Miller ha preso la coda di Zarco e sta preparando l'attacco. 

GIRO N°12 - Sempre vicinissimo Pol Espargarò che vuole tentare di sfidare le Suzuki per la vittoria a Valencia. Intanto scende in 10a posizione Morbidelli. 

GIRO N°11 - RIns prova a spingere per staccare Mir, ma il leader di classifica iridata non molla niente. Anche Pol Espargarò non sembra intenzionare ad alzare bandiera bianca e tiene perfettamente il ritmo delle due Suzuki. Morbidelli è 8° e deve sperare di avere una seconda parte di gara da leone vista la scelta della gomma dura. Per ora non sta pagando. 

GIRO N°10 - Questa la classifica al decimo passaggio, quando è passato poco più di un terzo di gara. Le Suzuki sono in testa alla gara. 

GIRO N°9 - Si è formato un gruppo di 4 piloti tutti in un secondo in testa alla gara, con le due Suzuki a precedere le due KTM di Espargarò e Oliveira. Anche Nakagami resta a tiro, a circa mezzo secondo da Oliveira. Molto equilibrio in pista. 

GIRO N°8 - Miller passa anche Morbidelli e si porta in 7a posizione alle spalle di Zarco, che lo precede di poco meno di 1,5 secondi. Espargarò vicinissimo alla Suzuki di Mir, mentre è 10° Dovizioso. 

GIRO N°7 - Pol Espargarò continua a non mollare ed ora è davvero molto vicino a Mir e Rins. Si prospetta un bel duello, mentre Dovizioso ho perso una posizione a vantaggio di Miller, ora 8°. Anche Alex MArquez ha passato Dovizioso. Momento di difficoltà per il pilota della Ducati. 

GIRO N°6 - Mir si avvicina a Rins, i due piloti Suzuki non riescono però a staccare Pol Espargaro e Oliveira. Zarco è 6°, primo pilota Ducati in classifica. Caduto Pecco Bagnaia alla curva 2. 

GIRO N°5 - Si forma un tandem Suzuki davanti a tutti, con Rins che adesso conduce su Mir, che ha passato POl Espargarò. Rossi recupera una posizione ed è 13°, invece Dovizioso sta spingendo ed ora è molto vicino alla M1 di Morbidelli per la 7a posizione. Fermo Rossi, una rottura meccanica per la sua M1.

GIRO N°4 - Oliveira sta attaccando Mir per la terza posizione. Intanto Morbidelli è 7° davanti a Dovizioso. Caduto intanto Lorenzo Savadori. Le due Aprilia purtroppo out subito. Quartararo e Vinales sono in fondo al gruppo, Rossi è 14°.

GIRO N°3 - Questa la classifica al terzo passaggio con RIns a condurre su Pol Espargarò e su Joan Mir, che adesso nel mondiale ha 28 punti di vantaggio su Rins. Due Suzuki in testa al mondiale.

GIRO N°2 - Sono Aleix Espargarò e Fabio Quartararo ad essere caduti assieme, senza assolutamente toccarsi fra loro!

GIRO N°1 - Espargarò gira bene alla prima curca e mantiene la leadership. Rins secondo su Nakagami e Mir. Oliveira 5° su Zarco. Quartararo e Dovizioso recuperano una posiizone. Vinales prende il via dalla pitlane ed è ultimo a 14 secondi. CADUTO QUARTARARO!!!!

ORE 14:00 - Piloti allineati, sta per scattare il semaforo e il GP! Tensione alle stelle. 

ORE 13:58 - Scatta il giro di riscaldamento. Tutto pronto per la partenza del Gran Premio d'Europa MotoGP a Valencia!

ORE 13:56 - La safety car lascia la griglia di partenza, manca poco al via del Gran Premio. Ecco la scelta definitiva per le gomme dei piloti.

ORE 13:52 - Alex Rins ha scelto una doppia media, mentre sembra certo che Franco Morbidelli sarà l'unico a correre oggi con una dura al posteriore, una scelta che potrebbe aiutarlo moltissimo negli ultimi giri di gara.  

ORE 13:50 - Tutto pronto in griglia di partenza per la partenza del Gran Premio, tra non molto i tecnici lasceranno da soli i piloti.

 

ORE 13:45 - Arrivano le prime informazioni sulle scelte di gomme effettuate dei piloti. Sembra che Rossi si sia orientato verso una doppia gomma media, mentre diversi piloti si sono orientati verso una soluzione dura all'anteriore. Manca ancora qualche minuto prima di conoscere le scelte definitive da parte dei piloti. 

ORE 13:42 - Buongiorno e benvenuti alla nostra cronaca LIVE del Gran Premio di Valencia MotoGP. I piloti sono già tutti in griglia, il sole splende sul Ricardo Tormo e la temperatura attualmente è di 27° sull'asfalto. Una condizione inedita per i piloti in questo fine settimana di gara e che è destinata a condizionare moltissimo la scelta di gomme per tutti. 

Il Gran Premio d'Europa MotoGP a Valencia apre il trittico che chiuderà la stagione MotoGP 2020, una delle più strane e incerte della sua storia. Joan Mir è attualmente in testa alla classifica iridata e sembra che le Suzuki possano recitare la parte delle moto da battere sul Ricardo Tormo, dopo aver permesso alla coppia di piloti spagnoli di brillare sia sul bagnato che sull'asciutto. Il warm up ha visto Mir occupare la prima posizione, mettendo anche in mosra un passo gara da riferimento.  

Diretta MotoGP Valencia - Mir si gioca un set point

Non si tratta dunque di un match point per il pilota della Suzuki, ma di certo quello di oggi può essere considerato un set point sulla strada che lo avvicina al tanto sospirato titolo. Manca ancora la vittoria al giovanissimo spagnolo, che ovviamente desidera impreziosire la stagione conquistando anche la sua prima affermazione di tappa. Ma la sua costanza e la sua grande freddezza gli hanno consentito fino a questo momento di tenersi lontano dai guai in gara e di godersi la leadership in classifica. Di certo non cambierà atteggiamento proprio in queste ultime tre gare della stagione, quando è davvero vicino alla conquista di un titolo senza dubbio inatteso.

Oggi in pole scatterà però Pol Espargarò che dividerà la prima fila con Alex Rins e Taka Nakagami. Il compagno di squadra di Mir può giocarsi le proprie residue chance iridate e di certo tenterà di costruire una fuga utile ad avvicinarsi a Mir in classifica. Sarà da capire come deciderà di comportarsi la Suzuki, che per adesso ha scelto di lasciare completamente liberi di correre l'uno contro l'altro i suoi due piloti. Cercherà di approfittarne in nostro Franco Morbidelli, oggi 8° in griglia dopo che Aliex Espargarò, sesto in qualifica, è stato penalizzato di tre posizioni in griglia. 

Morbidelli è il miglior pilota Yamaha in griglia ed è anche quello che sta attraversando il miglior momento di forma. Per continuare a coltivare le proprie ambizioni iridate sa di dover battere Mir, che oggi scatta 5°, proprio una fila davanti a lui. I primi giri saranno fondamentale per capire se Morbidelli potrà realmente restare in lizza per il titolo fino a Portimao. 

Quartararo e Dovizioso dovranno oggi fare una gara da sogno, scattando rispettivamente in 11a e 12a posizione in griglia. Entrambi devono lottare per restare in piena corsa per il titolo e partendo così dietro in griglia su una pista non esattamente perfetta per fare una rimonta, dovranno rischiare parecchio. Il francese della Yamaha tenterà il tutto per tutto, mentre Dovizioso non è apparso molto incisivo sull'asciutto del warm up. Anche per questi due piloti, i primi giri saranno fondamentali. 

Scatterà 17° Valentino Rossi, al rientro in gara dopo essere stato assente a causa del Covid che l'ha tenuto lontano dalla pista per la doppia trasferta di Aragon. Rossi ha perso anche il venerdì di libere a Valencia, avendo ceduto la propria moto a Garrett Gerloff, ed oggi dovrà ritrovare in gara tutta la confidenza che inevitabilmente può essere leggermente appannata dopo aver perso due gare. 

Cronaca in DIRETTA LIVE del Gran Premio inizierà alle 13:45

Questa la griglia di partenza della MotoGP:

GRIGLIA MOTOGP VALENCIA

Diretta MotoGP Valencia – Previsioni meteo

Le variabili condizioni meteo hanno influenzato moltissimo il regolare svolgimento del fine settimana, con la pioggia che ha flagellato il Ricardo Tormo sia venerdì che sabato. Tutto è però cambiato oggi, con un caldo sole ad accogliere i piloti in pista e la certezza di disputare la gara incondizioni praticamente perfette. uno scenario che genera molti punti interrogativi, perché la scelta di assetto e gomme per la gara verrà fatta praticamente al buoi dai piloti, che non sanno ancora perfettamente quale possa essere il livello di grip offerto dall'asfalto di Valencia.

Scegliere le giuste gomme potrebbe consentire anche a piloti in ombra in qualifica, di emergere sulla distanza di gara. Valencia è un toboga e i 27 giri di gara saranno molto duri per la tenuta degli pneumatici profondamente sollecitati soprattutto sulla spalla sinistra. 

METEO VALENCIA

Diretta MotoGP Valencia – WarmUp, Mir sugli scudi

La prima sessione disputata su pista quasi completamente asciutta ha permesso a Joan Mir ed alla Suzuki di emergere, candidandosi automaticamente al ruolo di coppia da battere oggi in gara. Il leader del mondiale è stato molto concreto stamattina, anche se è giusto sottolineare che in pochi hanno cercato la prestazione cronometrica in una sessione fondamentale per cercare di capire che gomme usare in gara. 

Alle spalle di Mir, ha chiuso un ottimo Aleix Espargarò, che quando si tratta di attaccare il cronometro fa sempre la sua parte e porta l'Aprilia al secondo posto in classifica, sperando poi di poter confermare questa prestazione anche in gara oggi. Terza posizione per la prima Ducati in classifica, che è quella di Jack Miller. L'australiano si conferma il più bravo tra i ducatisti ad adattarsi alle mutevoli condizioni dell'asfalto. 

Scorrendo la classifica di deve arrivare alla settima posizione per trovare il primo degli italiani, ovvero Franco Morbidelli. Il pilota del Team Petronas continua ad essere il più veloce tra i piloti Yamaha in pista ed oggi sarà senza dubbio un osso duro per tutti in gara. Leggermente più arretrato Petrucci, 11°,  mentre è 13° Fabio Quartararo, anche stamattina non esattamente esaltante con la sua M1. 

Peggio è andata ad Andrea Dovizioso, 16° e mai in linea con i tempi dei migliori. Ha incassato solo mezzo secondo da Mir, ma a Valencia i distacchi sono minimi e basta poco per trovarsi in coda al gruppo. Oggi Dovizioso scatterà 12° e sarà importantissimo partire bene per tentare di recuperare terreno sulla coppia Suzuki nei primi giri, altrimenti si rischia di perdere quasi definitivamente il treno iridato. 

Valentino Rossi ha chiuso in 19a posizione questa prima sessione disputata interamente su pista asciutta. C'è da sottolineare che Valentino è stato fermo quasi un mese causa Covid ed è normale che al pronti via su pista asciutta non sia stato velocissimo. La speranza è di vederlo più tonico in gara e magari capace di dare vita ad una rimonta.  

Questa la classifica del Warm Up:

WARM UP MOTOGP VALENCIA

Diretta MotoGP Valencia – Dove vederlo in TV e Streaming

La diretta streaming del Gran Premio d'Europa dal Ricardo Tormo di Valencia sarà trasmessa in diretta tv sul satellite tramite Sky (canale Sky Sport MotoGP) e in differita su TV8 (canale 8 del digitale terrestre). Per gli abbonati a Sky è possibile vedere tutto il weekend della MotoGP anche in streaming tramite l’applicazione SkyGo. Il Gran Premio sarà trasmesso anche su DazN. Il riferimento per lo streaming, in chiaro e gratuito è la piattaforma web ufficiale del canale TV8. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti