SBK, Lavilla: “Il Mondiale 2021 partirà ad aprile con tre nuove piste in calendario”

“In Australia correremo a fine stagione e non più a febbraio. Le tappe saranno 13, tre di queste si disputeranno fuori dall’Europa”

Share


La Superbike guarda alla prossima stagione. Archiviato il 2020 con il titolo vinto da Johnny Rea, la Dorna è al lavoro per programmare il 2021. Uno dei temi principali è senza dubbio il calendario, che dovrà fare i conti con la situazione legata alla diffusione del COVID-19.

A tal proposito, proprio nelle ultime settimane, vi avevamo anticipato di alcune notizie in merito a come si stesse muovendo l’Organizzatore. Proprio quest’oggi, Gregorio Lavilla ha rilasciato una intervista che trova conferma in merito a ciò che vi avevamo svelato: “Il programma 2021 sarà legato alla situazione del COVID-19 – ha dichiarato il numero 1 del WSBK - abbiamo bisogno di pianificare con un po’ più di anticipo le gare non europee in modo da inviare i materiali corretti e di organizzare gli aerei cargo. In generale per tutti i Round, considerando la pandemia e le situazioni economiche, per alcune organizzazioni non è semplice prendere decisioni immediate. Il nostro obiettivo comunque è avere in tutto da 11 a 13 Round, con nove o dieci di questi in Europa e due o tre non europei”.

Lavilla entra poi nel merito della questione: “Quello che posso dire è che siamo al lavoro per introdurre tre circuiti inediti per il WorldSBK ma al momento non posso dire quali siano – ha sottolineato - in Australia si correrà alla fine dell’anno in modo da analizzare la situazione in quel periodo; di sicuro ora sarebbe molto rischioso decidere e impegnarsi per andare lì nel mese di febbraio. Prima di tutto metteremo in calendario i nostri Round europei, partendo ad aprile e arrivando alla prima settimana di ottobre. Se per quel periodo la situazione sarà buona, potremo correre in Argentina, Australia e nel Medio Oriente; su quest'ultimo ci stiamo lavorando. Penso che per luglio o agosto lo sapremo dato che dobbiamo aspettare un po’ per vedere come sarà la situazione in quel periodo”.

Queste le linee guida in base a cui si muoverà la Dorna per preparare la prossima stagione. Come già vi abbiamo detto: ci aspetta un lungo inverno.

Share

Articoli che potrebbero interessarti