MotoGP, Morbidelli: "A Valencia voglio essere aggressivo"

Franco ci crede: "La pista è complicata per la MotoGP, ma io conservo bei ricordi". Quartararo: "Ho davanti tre gare da sfruttare per il titolo"

Share


Adesso Franco Morbidelli ci crede e ha tutto il diritto di farlo. Già, perché in un Mondiale così pazzo, 25 punti da recuperare nei confronti di Joan Mir non sembrano essere così impossibili a tre gare dalla fine. Il portacolori Petrons, reduce dal dominio di Aragon, affila le armi per il primo round di Valencia: “Arrivare a questa gara dopo una vittoria è un qualcosa di veramente bello – ha commentato - Valencia può essere una pista difficile quando si guida una MotoGP, dal momento che è piccola e stretta, ma al tempo stesso è un tracciato che amo, perché ho tanti bei ricordi e delle ottime sensazioni. Con la Yamaha mi trovo bene e dovremo lottare per puntare ai primi posti”.

Franco è quindi consapevole del proprio valore e guarda ovviamente anche alla vetta: “Siamo distanti soli 25 dal primo in classifica – ha ricordato – voglio essere aggressivo in queste ultime tre gare e vedere cosa accadrà”.

Dall’altra parte del box ci si aspetta invece un segnale di riscossa da parte di Fabio Quartararo. La doppia di Aragon ha infatti lasciato l’amaro in bocca al francese, intenzionato a voltare pagina: “Anche se nelle ultime gare non è andata nel verso giusto, voglio arrivare a Valencia con le belle sensazioni che mi ha trasmesso in passata la Yamaha su questa pista. Nel 2019 sono infatti arrivato sul podio dopo essere scattato dalla pole”.

Il passato però è alle spalle, dal momento che ora conta solo il presente: “Valencia è una pista che mi piace, soni a 14 punti dalla vetta, ma dentro di me ho la consapevolezza che posso essere forte in tutte le tre e gare da qua a fine stagione”.   

Share

Articoli che potrebbero interessarti