Triumph Trident 660: 3 cilindri, a meno di 8.000 euro - caratteristiche e foto

Una moto premium, ad un prezzo concorrenziale. Ecco come ad Hinckley attaccano il mercato. 81 CV e 189 Kg in ordine di marcia

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


E' già da un po' che parliamo della nuova Triumph Trident 660, l'ultima volta risale ad un mese fa. Finalmente, ci siamo! Abbiamo i dati, il prezzo e sappiamo che arriverà già in tutte le Concessionarie Triumph Motorcycles a partire da fine gennaio 2021. Una moto importante, che non solo riporta in vita un nome storico, ma che vede il debutto nel settore delle roadster di media categoria entry level. Vediamo insieme come è fatta.

3 Cilindri

State pensado ad un propulsore "vecchio"? Assolutamente no, poiché il tre cilindri in linea è stato completamente rivisto (ben 67 componenti) con tanto di nuovo impianto di scarico ed un set up elettronico dedicato. I dati parlano di 81 CV a 10.250 giri/min ed oltre il 90% della coppia massima sempre disponibile lungo la maggior parte del contagiri, con un picco di 64 Nm a 6.250 giri/min. E' chiaramente previsto il Kit per la riduzione della potenza per patente A2 (47.8 CV a 8.750 giri/min e coppia di 51 Nm a 5.250 giri/min). Il cambio è a 6 marce, dotato di rapporti interni e di una trasmissione finale specificamente studiati in coerenza alla destinazione d’uso della moto. Non manca la frizione anti-saltellamento. Accessorio, il Triumph Shift Assist bidirezionale.

Ciclistica ad hoc

Il peso in ordine di marcia è di soli 189kg, mentre il telaio, in tubi di acciaio, è completamente nuovo. I cerchi sono a razze da 17 pollici in alluminio ed il pacchetto sospensioni Showa completano il quadro (forcella upside down e mono monoshock e regolabile nel precarico). La moto risulta dunque compatta tra le gambe, la posizione in sella è moderatamente eretta e facilita il controllo in ogni situazione. Il piano di seduta si attesta a 805 mm. Non sono previste di serie la coppia di maniglie dedicate al passeggero (optional). Le coperture di primo equipaggiamento sono le Michelin Road 5. L’impianto frenante proposto da Nissin prevede all’anteriore un sistema a 2 pistoncini abbinato a 2 dischi anteriori da 310mm, mentre dietro abbiamo una pinza singola.

Schermo TFT a colori

La Triumph Trident offre una strumentazione completamente nuova, con un display TFT a colori e un secondo display LCD con ‘white-on-black’. La strumentazione si può poi abbinare al sistema (accessorio originale) My Triumph Connectivity System. In tema tecnologia, abbiamo due riding mode, controllo di trazione disattivabile e ride-by-wire. Le modalità di guida sono la ‘Road’ e la ‘Rain’ con la seconda più delicata. Ovviamente la moto è dotata di sistema ABS. Ancora, l'illuminazione è full LED; il proiettore vanta un diametro di 7’’, specificamente
disegnato per questo modello e dotato di un elegante logo Triumph all’interno della parabola. A LED anche gli indicatori di direzione dotati di funzione di disattivazione automatica. Tanti gli optional, tra cui l'allarme, le manopole riscaldabili e la presa USB sotto la sella.

Elegante, ma sportiva

Veniamo al design, frutto della collaborazione con il designer Rodolfo Frascoli, riprende le linee del passato, rivisitate in chiave moderna. Il serbatoio (da 14L), è testimone di questo: linee equilibrate e contemporanee, ed una zona destinata ad accogliere le ginocchia. Modernissimo, il look del forcellone posteriore che include il sostegno al sottile portatarga corredato dagli indicatori posteriori. I fianchetti a protezione del radiatore sono eleganti. Non mancano dettagli realizzati in alluminio. Quattro le colorazioni disponibili: Sapphire Black, Crystal White, Silver Ice & Diablo Red e Matt Jet Black & Matt Silver Ice. Due gli anni di garanzia, estendibili fino a quattro, con intervalli di manutenzione da ben 16.000 km l'uno. Il prezzo? 7.995 euro.

Share

Articoli che potrebbero interessarti