SBK, La FMI condanna Barni: "Bisogna rispettare le regole, incomprensibile non correre"

La Federazione non è rimasta indifferente in merito alla decisione del team bergamasco di non scendere in pista a Vallelunga per l'ultimo round del CIV

Share


Adesso è scontro tra la FMI e il team Barni. Dopo il comunicato diramato ieri sera dalla squadra bergamasca, che come ben sappiamo non è scesa in pista quest’oggi  per la questione legata alle gomme, la Federazione ha risposto al team attraverso un comunicato stampa.

A seguito del comunicato del Team Barni, relativamente alla esclusione dei due piloti Pirro e Cavalieri dalla Qualifica 1 della prima giornata del Campionati Italiano SBK in programma a Vallelunga il 17 e 18 ottobre 2020, la Federazione Motociclistica Italiana e la Direzione del CIV, nel rilevare che è lo stesso Team Barni a riconoscere la mancanza dei contrassegni previsti sugli pneumatici da loro utilizzati nella predetta Q1, rileva: il vigente regolamento Tecnico Superbike (RTSBK) all’art. 6.1 prevede: “Gli unici pneumatici ammessi sono quelli previsti dal Fornitore Esclusivo del Campionato Italiano Superbike per l’evento. Omissis… Gli pneumatici ammessi devono essere acquistati presso il Racing Service del Fornitore Esclusivo e sono resi riconoscibili dalla presenza del contrassegno applicato da Racing Service stesso prima della consegna.”

Inoltre, il Regolamento Tecnico Generale e Sicurezza (RTGS) Art. 6.9.2 prevede: “Qualora previsto l’obbligo dell’acquisto, il pilota o il suo incaricato, ha il compito di accertare la presenza del contrassegno sugli pneumatici all’atto del ritiro degli pneumatici stessi. Il mancato controllo all’atto del ritiro non viene accettato come valida giustificazione per l’utilizzo di pneumatici privi del contrassegno del Fornitore Esclusivo. L’utilizzo di pneumatici privi del contrassegno applicato dal Racing Service viene sanzionato come irregolarità tecnica".

Pertanto, alla luce di tutto ciò, ed in applicazione dell'art. 16.1.8 delle Norme Sportive – Parte Generale – della Velocità che prevede l’esclusione nel caso in cui ci sia la ”Non rispondenza del motociclo o di sue parti alle caratteristiche tecniche prescritte, riscontrata in sede di verifica tecnica", si è applicata l’esclusione dal turno di prove de quo dei piloti Pirro e Cavalieri che comunque hanno poi potuto qualificarsi in altro turno e prendere parte alla gara.

Appaiono pertanto fuori luogo le considerazioni del Team Barni nel suo predetto comunicato ed altresì incomprensibile ed ingiustificata la decisione del Team Barni di non prendere parte alla gara della SBK del CIV a Vallelunga di oggi 18 ottobre 2020.

Il rispetto delle regole è uno dei principi sportivi che dovrebbe caratterizzare tutti i partecipanti e le regole stesse sono emanate a tutela di tutti i partecipanti alle manifestazioni sportive della Federazione Motociclistica Italiana.

Share

Articoli che potrebbero interessarti