MotoGP, Joan Mir: "Non penso al campionato, ma a vincere una gara"

"Pensavo fosse il giorno giusto per riuscirci. Correre in difesa sarebbe un errore. I miei rivali? Faccio sempre i conti con Dovizioso, ha tanta esperienza"

Share


Joan Mir non riesce a nascondere un pizzico di delusione. È in testa al Mondiale per la prima volta, con 6 punti di vantaggio su Quartararo, ma non riesce a non pensare a quello che ancora gli manca, cioè una vittoria. In 10 gare ci sono stati 8 differenti vincitori, ma a mancare da quella lista è il leader della classifica.

“Sinceramente pensavo che fosse la giornata giusta per vincere, non lo è stata, ma almeno era quella giusta per essere primo nel Mondiale. Non sono arrabbiato, solo un po’ deluso” non ha nascosto.

Ad aumentare il rammarico c’è il fatto di vedere una Suzuki sul gradino più alto del podio, quella di Rins.

È stato intelligente a fare  i sorpassi nel momento giusto e poi, stando davanti ha consumato meno la gomma anteriore - ha spiegato Joan - Io mi sono sentito bene per tutta la gara, ma le mie prestazioni sono calate negli ultimi giri”.

A quel punto non ha potuto che accontentarsi di un podio che vale oro per la classifica. Lo spagnolo, però, non vuole pensare troppo al titolo. Ha un altro tarlo.

Come di vince questo campionato? Vincendo una gara - ha scherzato - Io sono molto costante, questo è vero, e sembra la cosa più difficile da fare in  questa stagione, ma in questo momento mi interessa più una vittoria del campionato. Forse ci sono altri piloti per cui è più importante il titolo, ma io non cambierà il mio approccio alle gare. Pensare di correre in difesa sarebbe un errore, io proverò a vincere. Vedremo quanti punti avrò nelle ultime due gare, poi ci penserò”.

Del resto fare calcoli non è facile quando ci sono ben 4 piloti in 15 punti e ne restano ancora 100 da assegnare. Da questo punto vista, Mir non sottovaluta nessuno.

In tanti dicono che il maggior rivale è Quartararo, ma non è il solo - ha avvertito - Io faccio sempre i conti con Dovizioso perché, se trova quel qualcosa che gli serve per migliorare, ha l’esperienza per vincere tutte le gare”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti