SBK, CIV, Barnabò: "Sono amareggiato, domani non scenderemo in pista"

"Nelle gomme utilizzate nel corso della QP1 mancava il codice identificativo, ma le abbiamo comprate regolarmente da Pirelli. Siamo in possesso anche della fattura di acquisto. La colpa non è nostra, spettava a loro controllare"

Share


A distanza di poche ore dall'estromissione della coppia del Barni Racing Team dal turno di qualifiche del venerdì pomeriggio di Vallelunga, sede della finalissima del CIV (Campionato Italiano Velocità), il team principal Marco Bernabò è tornato sull'accaduto. Egli è entrato nel dettaglio della vicenda che ha tenuto banco nella mattinata di oggi.

Rispetto alle notizie diffuse in un primo momento, il punto incriminato sarebbe il codice identificativo degli pneumatici utilizzati da Michele Pirro e Samuele Cavalieri

"Siamo stati squalificati dalla prima sessione di qualifiche in quanto mancava il codice indentificativo delle gomme - ha dichiarato Marco Barnabò - il fornitore Pirelli non lo aveva inserito nel momento in cui le abbiamo acquistate, una svista di non poco conto che non dipende da noi. Gli sticker non c'entrano assolutamente nulla. Il codice di riconoscimento, ovviamente, viene inserito per evitare che le squadre portino in pista pneumatici non conformi con il regolamento. La colpa è totalmente di Pirelli".

I due alfieri della formazione bergamasca sono scesi sul tracciato romano con la SCX, ovvero la soluzione più soffice con cui si ottiene il tempo in qualifica.

"Noi abbiamo comprato sei mescole in specifica SCX, in due di queste mancava il contrassegno giallo che ne certifica la provenienza - ha proseguito - noi non ci abbiamo fatto caso, inoltre lo pneumatico in questione viene prodotto esclusivamente per questa tipologia di corse. Al termine della QP1 di ieri pomeriggio, Massimiliano Damiani (responsabile Pirelli) è arrivato al parco chiuso facendo notare alla direzione di gara questa cosa".

"Il sottoscritto, di conseguenza, lo ha contattato telefonicamente per ricordargli che tali gomme erano state comprate dal Barni Racing Team presso il fornitore ufficiale del campionato nei giorni precedenti al week-end. Dalla nostra parte avevamo anche la fattura di acquisto. Pur non dipendendo da noi, questa mattina è arrivata la notizia della nostra esclusione. Non capisco che cosa sia cambiato durante la notte. Io sono davvero amareggiato e deluso per quanto accaduto perchè non abbiamo tratto alcun tipo di vantaggio".

In virtù delle decisione presa dalla direzione gara, complice anche la pioggia caduta nella notte che ha reso impossibile montare gomme slick nella QP2, i due alfieri del Barni Racing Team sono dovuti partire dalle ultime caselle dello schieramento. Col passare dei giri Pirro ha messo in mostra un ottimo ritmo, arrivando a lottare per il podio, salvo poi ritirarsi per un pauroso incidente con Andrea Mantovani alla Campagnano.

"In Gara 1 entrambi i nostri portacolori sono stati costretti ad inseguire dal fondo della griglia. Nel rimontare, Michele Pirro è caduto rischiando di farsi molto male. Fortunamente nessuno dei due piloti coinvolti si è fatto male, poteva andare parecchio peggio. Di comune accordo con Michele Pirro e Samuele Cavalieri, abbiamo deciso di non prendere parte alla gara di domani in modo da non mettere a rischio l'incolumità dei piloti" ha concluso.

Share

Articoli che potrebbero interessarti