MotoGP, Meregalli: "Lorenzo al posto di Rossi? Ha perso l'abitudine alla velocità"

Il manager Yamaha sull'ipotesi di mettere in sella ad Aragon 2 lo spagnolo in sostituzione di Valentino: "A Portimao ha dimostrato di avere bisogno di girare di più in moto. Potremmo valutarlo per Valencia"

Share


Massimiliano Meregalli è intervenuto sulla vicenda che riguarda Valentino Rossi e la sua positività al Covid19. Il manager della Yamaha ha risposto alle domande dei colleghi di Sky prima della FP1 di Aragon, parlando dell'ipotesi di sostituire Rossi nelle prossime gare con Jorge Lorenzo. Lo spagnolo ha girato a Portimao, ma ha incassato oltre 2,5 secondi da Michele Pirro e dalla sua Ducati in quel test, dimosrando di avere parecchia ruggine sulle spalle da rimuovere prima di poter tornare ad essere davvero veloce in MotoGP. 

Meregalli ha spiegato nel dettaglio la situazione. 

"Adesso abbiamo 10 giorni per valutare un sostituto per Aragon 2, ma al momento non abbiamo parlato con nessuno. Non escludo l'ipotesi Lorenzo, ma penso che dopo i test che ha fatto a Portimao è chiaro che ha bisogno di girare un po' di più". 

Un ritorno ad Aragon è dunque al momento escluso, ma l'ipotesi che Lorenzo possa tornare in seguito non è del tutto impossibile. 

"Se Valentino non dovesse essere in grado di tornare per Valencia, sarà di certo preso maggiormente in considerazione. Lorenzo ha girato con noi un giorno e mezzo a Sepang a febbraio, dopo di che non ha più guidato nessuna moto".

Il problema riguada proprio la mancanza di allenamento in moto per Jorge. 

"Ne abbiamo parlato anche con i nostri piloti, loro nonostante stiano correndo il campionato, nei periodi di pausa in moto, hanno bisogno di girare sempre. Sicuramente Jorge ha perso l'abitudine alla frenata, alla velocità, all'accelerazione, quindi ha sicuramente bisogno di girare un po' di più in moto".

Share

Articoli che potrebbero interessarti