MotoGP, Taramasso: "Ad Aragon le Michelin daranno fiducia in ogni condizione"

"Questa pista è sempre una sfida, con la differenza di temperatura da mattinate fresche a pomeriggi caldi, ma quest'anno siamo un po' più avanti nella stagione, quindi forse non avremo situazioni estreme"

Share


Il circuito di Aragon ha un layout interessante e complesso, con 10 curve a sinistra e 7 a destra, con tornanti stretti e curve veloci e fluide, quindi è molto importante una mescola anteriore per soddisfare queste esigenze e dare ai piloti la fiducia attraverso una variazione di curve, e con un rettilineo di oltre un chilometro di lunghezza dove l'alta velocità e la necessità di erogare la potenza di una moto da MotoGP attraverso la gomma posteriore e sull'asfalto è fondamentale per un giro veloce.

Situato nella zona di Teruel in Spagna, è un luogo molto secco e roccioso, dove ci si può aspettare temperature calde di giorno, ma grazie alla sua posizione aperta, il Motorland Aragon può anche avere mattinate molto fresche, quindi è necessaria una gamma di pneumatici per funzionare in queste fluttuazioni di temperatura.

Per questo motivo la Michelin ha selezionato una anteriore in mescola morbida e media, simmetrica nel design, mentre l'anteriore dura e le posteriori in morbida e dura saranno caratterizzate da una finitura asimmetrica con una spalla sinistra più dura per gestire le sollecitazioni extra dovute all'aumento del numero o delle curve che vanno in quella direzione. La posteriore media invece avrà una finitura simmetrica.

A causa della posizione interna della pista c'è anche un'alta probabilità di pioggia e temporali durante i due fine settimana, con questa possibilità le gomme Michelin Power Rain saranno disponibili in mescole morbide e medie sia per l'anteriore che per il posteriore. L'anteriore sarà simmetrico mentre i posteriori avranno un design asimmetrico con il lato sinistro più duro come le loro controparti slick.

"E' sempre speciale essere al Gran Premio Michelin e questa è la seconda volta che abbiamo avuto l'evento ad Aragon - ha detto Piero Taramasso, manager di Michelin Motorsport - L'anno scorso è stato un grande successo e molte persone delle fabbriche ci hanno fatto visita, purtroppo quest'anno non sarà così a causa dei protocolli, ma puntiamo comunque a fare un bello spettacolo e a rendere orgogliosi Michelin e tutto il suo staff. Aragon è sempre una sfida, con la differenza di temperatura da mattinate fresche a pomeriggi caldi, anche se ci andremo un po' più avanti nell'anno, quindi forse non avremo le temperature estreme che abbiamo avuto prima, in più abbiamo anche la sabbia da affrontare, che viene soffiata sulla pista dalla campagna circostante, rendendola molto abrasiva. Abbiamo scelto una gamma che darà ai piloti la fiducia in tutte le condizioni".

Share

Articoli che potrebbero interessarti