Tu sei qui

Fantic Motor: da Yamaha acquista Motori Minarelli, che torna a parlare italiano

L'acquistizione in fase di perfezionamento modifica gli scenari, dando vita ad una partnership Fantic - Yamaha, mentre Minarelli produrrà moto, non più solo i motori

Moto - News: Fantic Motor: da Yamaha acquista Motori Minarelli, che torna a parlare italiano

Share


La notizia era nell'aria, almeno per gli addetti ai lavori, ma fa comunque scalpore. Da un lato Minarelli, 200 dipendenti, 60 mila motori e 60 milini di euro di fatturato nel 2019 (l'effetto Covid però produce un calo di oltre il 10% sull'andamento del 2020), dall'altro Yamaha, che non vedeva più strategica la partecipazione di controllo sull'azienda italiana. A trarla d'impaccio (almeno in un certo senso), creando di fatto una nuova partnership, arriva un'azienda italiana dal passato glorioso e in fase di forte rilancio: Fantic Motor. Qualcuno direbbe Fantic II, visto che nella sua prima vita era un'azienda lombarda (nata nel 1969 a Barzago), che con Venetwork si è trasfrita nel trevigiano ed ha iniziato una crescita, sotto la guida di Mariano Roman (ex direttore tecnico di Aprilia e Moto Guzzi) che l'ha portata nel 2019 a 120 dipendenti e 43 milioni di euro di fatturato, ma con prospettive di crescere ancora molto. Ora lo fa da subito, superando in un attimo i 100 milioni di fatturato, ma la corsa pare non arrestarsi. Le fabbriche sono tre e pare ci sia la volontà di riorganizzarle parzialmente, con Minarelli che non produrrà più solo motori, ma moto intere, con un passaggio di competenze da Fantic. Vedremo gli sviluppi, intanto ecco i dettagli dell'operazione.

Fantic Motor e Yamaha Motor Europe hanno annunciato la volontà di rafforzare la loro partnership strategica, con la comune intenzione di procedere affinché Fanticmotor acquisisca il 100% delle azioni detenute da Yamaha Motor in Motori Minarelli entro la fine del 2020. Questa operazione prevede un consolidamento della sinergia esistente tra Yamaha Motor e fanticmotor, per rafforzare ulteriormente la collaborazione tra le due aziende nei settori delle motociclette e della mobilità elettrica.

Questa partnership – incentrata sui valori chiave comuni tra Yamaha e Fanticmotor come integrità, coerenza, innovazione ed eccellenza di prodotto – creerà sinergie tra la profonda conoscenza del mercato, l'innovazione e la proattività di #fanticmotor e la reputazione, l'alta qualità, e la grande competenza produttiva di Yamaha Motor.

Dall’altro lato, questa importante partnership permetterà a Motori Minarelli di incrementare ulteriormente il proprio know-how in materia di motori a scoppio ed e-powertrain, di ampliare il proprio range di produzione, entrare nel segmento della mobilità elettrica e potenziare la competitività di Fanticmotor sul mercato, salvaguardando gli attuali livelli occupazionali. Come risultato di questa acquisizione, Fantic beneficerà della forza lavoro qualificata di Motori Minarelli, di un asset industriale aggiornato per sostenere la sua crescita, dell'aumento della capacità industriale e di Ricerca & Sviluppo, e dell'accesso a selezionati motori e componenti Yamaha dotati delle più recenti tecnologie.

Inoltre, questa operazione è in linea con la strategia globale di Yamaha Motor per la produzione di motori, attualmente in atto, che fa leva sull’incremento dell’efficienza attraverso l’implementazione globale della produzione di motori piattaforma, e sull’ottimizzazione della capacità produttiva attraverso il consolidamento della produzione di motori nei mercati dei volumi principali.

La partnership a lungo termine tra Yamaha Motor e Fanticmotor creerà le condizioni per una transizione fluida verso il nuovo business plan e permetterà a Motori Minarelli di proseguire nella sua missione di fornitura dei motori e di supporto ai clienti OEM, rimanendo perfettamente posizionata per sviluppare nuovi settori di business, ampliare la sua attività e la sua offerta in futuro, all'interno del quadro produttivo di Fanticmotor e nel pieno rispetto della sua identità.

La finalizzazione dell’accordo è prevista entro la fine dell'anno, previa consultazione con lo European Works Council di Yamaha Motor Europe e informazione al Local Works Council di Motori Minarelli.

Articoli che potrebbero interessarti