MotoAmerica, Lorenzo Zanetti vince a Indianapolis con la Ducati V4R

L'italiano si è affermato in Gara 2 l battendo il vincitore di Gara 1, Bobby Fong con la Suzuki ed il campione in carica della Yamaha Cameron Beaubier. La Ducati non vinceva una gara negli States da dieci anni

Share


MotoAmerica oggi ha parlato italiano con la vittoria in Gara 2 di Lorenzo Zanetti ad Indianapolis.

In sella alla Ducati Panigale V4R del team Celtic HSBK Lorenzo è sempre stato con i migliori per attaccare poi sul finale, facendo registrare anche il giro più veloce.

Zanetti ha battuto il vincitore di Gara 1, Bobby Fong con la Suzuki ed il campione in carica della Yamaha Cameron Beaubier. La Ducati non vinceva una gara negli States da dieci anni.

C’è da sottolineare che la Panigale V4R era supportata direttamente da Borgo Panigale.

La cronaca:

Zanetti ha conquistato la sua prima vittoria in carriera in MotoAmerica Superbike con un vantaggio di 0,196 secondi su Fong in una gara tesa di 17 giri. L'ex pilota del Mondiale Superbike è arrivato in agosto come sostituto dell'infortunato PJ Jacobsen al Ridge Motorsports Park.

Il collaudatore di Ducati Corse è stato il primo pilota Ducati a vincere una gara AMA/MotoAmerica Superbike dopo Larry Pegram nel 2010. Zanetti è arrivato terzo sabato.

"Rispetto a ieri, ho cercato di mantenere la calma - ha detto Zanetti - Ho gestito bene la gomma, ma alla fine mi sono confrontato solo con Bobby, quindi ho cercato di andare davanti e di prendere il ritmo perché ho faticato un po' in alcune curve. Ma va bene così. Sono così felice per tutti".

Beaubier è arrivato terzo dopo aver superato un problema elettrico durante il warm-up mattutino, che è arrivato dopo che la sua squadra ha lavorato dopo mezzanotte per ricostruire la sua Yamaha dopo che era stata pesantemente danneggiata in due cadute sabato.

Fong, che è partito terzo non ha perso tempo a passare il compagno di squadra e pole sitter Elias  superandolo  nella curva 10 al primo giro.

Zanetti si è tuffato sotto Elias nella curva 1 al terzo giro per organizzare un duello testa a testa con Fong. Nel giro di due giri, Zanetti ha succhiato la scia di Fong e ha applicato una pressione costante.

Ma Zanetti è andato un po' largo nella curva 1 al 7° giro, lasciando scivolare sotto Elias per la seconda posizione. Ma Zanetti ha restituito il favore due giri dopo alla curva 2, superando Elias per riguadagnare la seconda posizione.

Poi Zanetti si è ripreso, e il tandem ha iniziato ad allontanarsi da Elias, Gagne, Herrin e Beaubier.

Zanetti ha continuato a sviluppare il suo ritmo e ha utilizzato i cambi di assetto della sua moto dopo la gara di sabato per segnare un giro record di 1:36.825 al 13° giro - un giro più veloce della pole di Elias di 1:36.929 di venerdì.

Questo ritmo ha aiutato Zanetti ad arrivare a meno di un decimo di secondo da Fong all'inizio del 15° giro. Poi Zanetti è balzato in cima alla classifica, passando sotto Fong alla curva 10 al 15° giro per un vantaggio che non si sarebbe arreso.

Beaubier, che alla partenza è sceso al settimo posto, ha completato la sua salita sul podio superando il compagno di squadra Gagne alla prima curva all'ultimo giro. Ha cercato di chiudere su Zanetti e Fong per creare un treno di tre moto fino al traguardo, ma una imbarcata a metà dell'ultimo giro ha messo fine a ogni speranza di correre per la vittoria.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti