Forze dell'Ordine fuori servizio? Per la Cassazione possono fare le multe

Il verbale può essere redatto anche successivamente. Il caso, per un poliziotto della frontiera accaduto... 10 anni fa!

Share


Ci sono delle sentenze della Cassazione che a volte, lasciano un po' l'amaro in bocca, mentre altre volte, sono ciò che speravamo. Non sappiamo definire questa, ma fatto sta, che la sentenza, c'è, quindi è valida. Le Forze dell'Ordine possono intimare l’alt, non solo mostrando il distintivo o il tesserino, ma anche facendo uso di un fischietto o con segnale manuale o luminoso. Fin qui, tutto bene, direte voi. Anche quando non è in servizio? Sì.

Fuori servizio, come in servizio

Quindi, se l'Agente è in auto, la sua auto, quella privata per capirsi, e vede qualcosa che non va? Può contestare oralmente al trasgressore la violazioni del Codice della Strada e redarre in un secondo momento... il verbale! Follia? No, poiché a stabilirlo è la Corte di Cassazione sez. II Civile, con l'ordinanza 14 febbraio - 29 settembre 2020, n. 20529. Il fatto, era avvenuto addirittura nell’aprile del 2010. Le "tempistiche" del nostro Paese, hanno fatto il resto, 10 anni.

Il fatto

Il caso esaminato ha interessato un agente di Polizia della Frontiera. Questo, fuori servizio ma in tenuta da lavoro, quindi in divisa, a bordo della sua auto aveva affiancato l’8 aprile 2010 una automobile che aveva eseguito dei sorpassi azzardati in corrispondenza di curve e di dossi. Tutto questo, avvenuto su una strada con tanto di doppia striscia longitudinale continua. L'agente, aveva intimato l'alt. Dopo ben due giorni, era seguita la redazione dei due verbali. Poco dopo, il trasgressore si era opposto al Giudice di pace di Mestre. Esito finale? Il trasgressore ha perso sia in primo che in secondo grado. Ora, si è fatta chiarezza anche per il futuro, quindi, facciamo attenzione, poiché l'occhio della legge è sempre vigile.

Share

Articoli che potrebbero interessarti