SBK, SSP, Lucas Mahias torna al successo a Magny Cours, out Locatelli

Il francese ha conquistato il successo in Gara 2 sotto il diluvio. Niente da fare per Kyle Smith, secondo sul traguardo. Nuovamente sul podio Hannes Soomer. Caduta nel giro di ricognizione per Andrea Locatelli

Share


La seconda posizione di ieri pomeriggio gli aveva lasciato tanto amaro in bocca, oggi, però, Lucas Mahias ha voluto ricordare a tutti che un campionato del Mondo non si vince per caso. Sotto il diluvio universale di Magny Cours, il francese è tornato sul gradino più alto del podio del World SuperSport 600 a quasi un anno di distanza dall'ultima volta.

Con una Gara 2 che ha visto la caduta del neo-campione, e vincitore della prima manche, Andrea Locatelli nel corso del giro di formazione, Lucas Mahias è partito perfettamente dalla seconda casella dello schieramento. Il baluardo di Puccetti Racing ha impresso un ritmo formidabile fin dalle prime curve, gestendo al meglio le gomme e scavando un solco di oltre dieci secondi col resto del gruppone a suon di giri veloci.

Per il francese una vittoria dal sapore speciale, nel gran premio di casa e nuovamente con la Kawasaki ZX-6RR di Manuel Puccetti dopo quella ottenuta nel 2019. Allo stesso tempo, Mahias ha messo fine ad un digiuno lungo 12 mesi: l'ultimo successo risaliva a Losail della passata stagione.

Niente da fare per il poleman Kyle Smith, presente in veste di sostituto di Jules Cluzel in GMT94 Yamaha come accaduto a Barcellona. L'inglese non ha sfruttato al meglio la partenza dalla pole position, facendosi beffare immediamente da Mahias, arrivando sul traguardo con un distacco consistente. Una seconda posizione, comunque, importante dal punto di vista morale in vista dell'ultimo appuntamento di Estoril.

Altra terza posizione per Hannes Soomer (Kallio Racing), al secondo podio di carriera di categoria. L'estone si è confermato un ottimo interprete dei saliscendi di Magny Cours in queste condizioni, rimontando alla grande dalla 16esima posizione di partenza.

Alle sue spalle hanno concluso Steven Odendaal (EAB Ten Kate Racing), a tratti in lotta per la piazza d'onore salvo poi perdere terreno, la wild card Karel Hanika (WRP Wepol Racing), ex presenza del Mondiale Moto3, e il rookie Manuel Gonzalez (ParkinGo Kawasaki). Settimo il turco Can Oncu (Turkish Racing Team), finito a terra alla terzultima curva mentre si trovava in terza posizione.

Gara sfortunata per il nostro Kevin Manfredi (Altogoo Racing Team). Il 25enne è scivolato in decima posizione all'ultimo giro dopo essere stato in lotta con Odendaal per la quarta piazza. Quattordicesimo Axel Bassani (Soradis Yamaha Motoxracing). Fuori gioco per una caduta anche Raffaele De Rosa e Federico Fuligni di MV Agusta Reparto Corse.

I RISULTATI DI GARA 2

Share

Articoli che potrebbero interessarti