Honda conclude la partecipazione al Campionato del Mondo FIA di Formula Uno

Nel 2015, Honda ha ripreso la competizione in F1 con l'obiettivo di vincere utilizzando le proprie tecnologie di gestione dell'energia. Ora la Casa di Tokyo ha deciso di impegnarsi a "raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2050".

Share


Honda ha deciso di ritirarsi dalla F1 alla fine del 2021 per dedicare tutti i suoi sforzi alla ricerca tecnologica, con l'obiettivo di canalizzare le risorse dell'azienda nella ricerca e sviluppo nei settori delle future unità di potenza e della tecnologia energetica. Honda ha deciso di impegnarsi a "raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2050".

Quando un gigante lascia un campionato importante come la F1, sorgono sempre tante domande. Solo il tempo ci darà una risposta. Quello che è certo è che l'impegno tecnologico di Honda è, e sarà sempre, secondo a nessuno.

Questo è il comunicato.

Honda Motor Co., Ltd. oggi annuncia  di aver deciso di concludere la sua partecipazione al Campionato del Mondo FIA di Formula Uno (F1) come fornitore di power unit alla fine della stagione 2021.
Nel 2015, Honda ha ripreso la competizione in F1, la più prestigiosa serie di corse automobilistiche del mondo, con l'obiettivo di vincere utilizzando le proprie tecnologie di gestione dell'energia. Inizialmente Honda ha incontrato una serie di difficoltà; tuttavia, dimostrando la forza collettiva di "All Honda", compreso l'utilizzo delle sue tecnologie per i motori aeronautici, Honda ha realizzato un alto livello di competitività.
Inoltre, grazie alla crescita che Honda ha raggiunto insieme a Red Bull Racing e Scuderia AlphaTauri all'interno di una forte partnership con entrambe le squadre, Honda è riuscita a raggiungere il suo obiettivo di vittoria, con tre successi nella scorsa stagione e due, ad oggi, nella stagione 2020.
Nel frattempo, mentre l'industria automobilistica sta attraversando un periodo di grande trasformazione, Honda ha deciso di impegnarsi per la "realizzazione della neutralità del carbonio entro il 2050". Questo obiettivo sarà perseguito nell'ambito delle iniziative ambientali che sono una delle massime priorità di Honda come produttore di mobilità.
A tal fine, Honda deve incanalare le proprie risorse aziendali nella ricerca e nello sviluppo nei settori delle future tecnologie per le unità di potenza e per l'energia, comprese le tecnologie per i veicoli a celle a combustibile (FCV) e per le batterie EV (BEV), che costituiranno il nucleo delle tecnologie senza emissioni di carbonio. Nell'ambito di questa mossa, nell'aprile di quest'anno Honda ha creato un nuovo centro denominato Innovative Research Excellence, Power Unit & Energy. Honda destinerà le sue tecnologie di gestione dell'energia e dei carburanti, nonché le conoscenze accumulate attraverso le attività di F1, a questo settore delle unità di potenza e delle tecnologie energetiche e prenderà iniziative concentrandosi sulla futura realizzazione della neutralità del carbonio.  A tal fine, Honda ha deciso di concludere la sua partecipazione alla F1.
Le attività motoristiche sono nel DNA di Honda, e quindi Honda continuerà ad essere appassionata nell'affrontare le sfide e nel cercare di diventare il numero 1 in tutte le categorie di corse a cui Honda partecipa. 
In F1, al fine di soddisfare le aspettative dei suoi fan, Honda collaborerà con Red Bull Racing e Scuderia AlphaTauri per continuare a competere con il massimo impegno e lottare per ottenere più vittorie fino alla fine della stagione 2021.
Con il suo "spirito di sfida" coltivato attraverso le attività motoristiche, Honda affronterà la nuova sfida della futura realizzazione della neutralità del carbonio. 
Honda apprezzerà la continua comprensione e il continuo supporto per le sue attività motoristiche e per la nuova sfida di Honda. 

 

Articoli che potrebbero interessarti