SBK, BSB, Glenn Irwin: "Oulton Park ha evidenziato alcune pecche della CBR"

"Non mi piace sentir dire che abbiamo faticato, Gara 3 è stata positiva. Dopo l'ultimo round abbiamo svolto un test rivelatosi utile per lo sviluppo. Vado a Donington Park per aumentare il margine di vantaggio sugli avversari"

Share


Con il BSB British Superbike che farà nuovamente tappa a Donington Park, questa volta nella sua configurazione 'Grand Prix', il quinto appuntamento di questa pazza stagione 2020 deve sancire il riscatto per il capo - classifica Glenn Irwin. Giunto ad Oulton Park con 35 punti di vantaggio sulla coppia Ducati composta da Josh Brookes e Tommy Bridewell, ne è uscito con sole due misere lunghezze nei confronti del redivivo Jason O'Halloran.

Un week-end assolutamente da dimenticare per il 30enne di Carrickfergus, culminato col ritiro nei giri finali di Gara 2 a causa di un problema tecnico registratosi sulla sua Fireblade CBR 1000RR-R. Nonostante il primo inconveniente della stagione in casa Honda Racing UK, Glenn Irwin è comunque riuscito a limitare i danni nelle restanti due manche con una quinta e sesta posizione.

"L'ultima gara di Oulton Park è stata molto positiva, la migliore fino a questo momento - ha dichiarato Glenn Irwin - ho potuto lottare con Danny Buchan, un vero specialista di tale circuito. I ragazzi della squadra hanno svolto un lavoro superlativo in tutto l'arco dei tre giorni. Oulton è sempre un tracciato complicato, inoltre per noi si è trattata della prima volta con la nuova moto. Cercheremo di migliorare in vista del prossimo anno".

L'impianto del Cheshire si è confermato ancora una volta un terreno ostico per le moto della Casa dell'Ala Dorata. Basti pensare a quanto successo nel 2019, quando gli allora alfieri della compagine di Havier Beltran (Xavi Fores ed Andrew Irwin) dovettero dire addio ai sogni di qualificazione allo Showdown.

"Le caratteristiche di Oulton Park hanno evidenziato alcune pecche della CBR - ha proseguito - piccole aree, ma che potrebbero fare la differenza in futuro. Dovremo insistere a tal proposito. Purtroppo si è rivelato un round più difficile del previsto, discorso analogo per i piloti Honda Racing UK del British Superstock 1000. Ma non mi piace sentir dire che abbiamo faticato".

Glenn Irwin e Honda Racing UK hanno poi deciso di spendere una giornata di test privati per continuare lo sviluppo non-stop della CBR 1000RR-R in ottica 2021. Un ottimo modo anche per prendere maggior confidenza in attesa del finale di stagione.

"Qualche giorno fa abbiamo svolto un test - ha detto il pluri-vincitore della North West 200 - sono soddisfatto perchè abbiamo lavorato con dedizione sulla moto dato che nei fine settimana di gara ci sono solamente due sessioni di prove libere. Questi miglioramenti ci saranno utili nelle prossime sei gare".

Dopo una breve pausa, nel fine settimana il British Superbike tornerà in azione a Donington Park dove, nel mese di agosto, sul layout 'National', Glenn Irwin ha conquistato tre secondi posti. Le premesse per fare bene ci sono eccome, anche se il leader di campionato non intende sbilanciarsi troppo, tenendo allo stesso tempo un occhio rivolto al cielo.

"Sono fiducioso in vista di Donington. Non posso dire che vado per vincere, però, essendo la classifica piloti assai corta, mi piacerebbe arrivare alla finalissima di Brands Hatch con qualche punto in più di vantaggio sugli avversari rispetto ad adesso. Il meteo prevede alte percentuali di temporali per tutte le tre giornate, sarà un appuntamento davvero interessante" ha concluso.

Share

Articoli che potrebbero interessarti