PROVA - BMW S1000 RR: la SBK che detta legge su strada tutti i giorni

VIDEO - Una supersportiva da 207 cv che non disdegna l'uso quotidiano. Ecco cosa è l'ammiraglia bavarese: morbida su strada, eppure affilata quando decidete di spingerla al massimo in pista

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Entri in garage e ad attenderti trovi due mezzi ben diversi tra loro. Da una parte c'è una paciosa endurona, morbida comoda ed incredibilmente attraente se pensi che devi fare appena pochi chilometri per andare in ufficio. Dall'altra parte c'è però lei, la vera regina del tuo cuore. La BMW S1000 RR, un mostro da 207 cv che ti osserva quasi minacciosa. La scelta sarebbe quasi obbligata, eppure quella mattina hai voglia di un pizzico di adrenalina prima di calarti nella routine quotidiana. 

A quel punto sali sulla S1000, ti godi la strumentazione che ti avvolge nel suo festival di colori e accendi un motore che nel box sembra il suono gutturale di un felino di grosse dimensioni pronto a saltarti alla gola. Ti siedi e pensavi peggio. Certo non sei alto come sull'endurona, ma tutto sommato i manubri sono aperti, il carico è accettabile. Parti, e la frizione è morbidissma. L'asfalto è umido, è mattina presto e fa un freddo notevole. Poco male, mappa Rain e via. Al primo semaforo il polso inizia a sentire prurito, e quando scatta il verde è normale dare quel pizzico di gas in più. La gomma tiene fino ad un certo punto, al resto pensa il traction control. L'accenno di derapata in partenza ti fa sentire l'eroe dei ragazzini fermi ad aspettare il bus per la scuola. Sei nel parcheggio dell'ufficio, i colleghi commentano, le college si limitano a sorridere maliziose. Inizia la giornata, ma ha un sapore decisamente diverso dal solito e il merito è tutto di quella belva bianca e blue. 

BMW S1000RR - Nata per correre in pista, perfetta per la strada

Questo potrebbe essere l'inizio della giornata tipo per chiunque decida di mettersi nel box la BMW S1000 RR, una SBK che riesce ad unire prestazioni da riferimento ad una sfruttabilità su strada più unica che rara. L'analisi tecnica sul modello che abbiamo avuto in prova la potete trovare QUI, ma in questo test abbiamo pensato di 'vivere' letteralmente questa moto quasi esclusivamente su strada, con una breve divagazione in pista, come è giusto che sia quando si ha a che fare con tanta delizia ingegneristica collocata su due ruote. 

BMW S1000 RR - REGINA DELLA STRADA

Il risultato è stato un test che ci ha portati a percorrere oltre 1000 km in sella, durante i quali la S1000 RR non ha fatto altro che sfatare costantemente i luoghi comuni legati alle supersportive di ultima generazione. Perché stiamo parlando di una moto che mette sul piatto una potenza incredibile, un livello tecnologico elevatissimo dal punto di vista dell'elettronica e di certo un mezzo che sulla carta offre pochi compromessi. Ma tra la carta e la strada c'è un abisso e questo test ce l'ha dimostrato una volta di più.

Il motore è il protagonista assoluto della scena, inutile negarlo. Ma il carattere così morbido, l'erogazione fluidissima ai medi e la grandissima capacità dell'elettronica di tenere sempre a bada un carattere tendente all'esplosivo, rendono l'esperienza di guida su strada semplicemente sublime. Puoi divertirti a spalancare il gas anche su fondi sconnessi, l'elettronica gestirà sempre perfettamente la situazione e la ciclistica non ti restituirà mai un feedback secco. 

E' questo che ti stupisce in sella alla S1000 RR su strada, la sua capacità di metterti sempre a tuo agio in circostanze molto diverse fra loro. Se il percorso è una bella statale aperta, con un ottimo asfalto ed una buona visuale, ci metterai pochissimo ad alzare il ritmo, forte di sensazioni sempre nitide che ti vengono trasmesse da un avantreno svelto eppure stabilissimo. La stessa sicurezza la proverai anche quando il percorso sarà meno veloce, quando anche l'asfalto sarà meno che perfetto. In queste situazioni emergerà infatti in tutta la sua importanza la rete di sicurezza rappresentata da un'elettronica in perfetta simbiosi con la parte meccanica. Il suo intervento è costante, ma non è mai invasivo, o almeno non lo è mai al punto da toglierti il piacere di guida. Chiamatela evoluzione, avanzamento tecnologico, perfezione teutonica. Secondo noi si tratta semplicemente di equilibrio, di quella linea sottile che spesso diventa sottilissima quando si parla di due ruote, ma che invece su questa moto ha la dimensione di un'autostrada. 

BMW S1000 RR - Usarla tutti i giorni non è solo possibile: è un obbligo!

Siamo al cospetto di una sportiva, è vero. Ma è una sportiva che semplicemente si fa guidare sempre. E' abbastanza comoda in due, il che è davvero un pregio più unico che raro nell'attuale panorama delle sportive SBK. E' comoda in modo quasi curioso, perché la triangolazione è talmente indovinata da non affaticare neanche in autostrada nei lunghi spostamenti. Non è assolutamente un anatema pensare di piazzare una bella borsa da serbatoio, due borse morbide ai lato del codino e utilizzarla per un bel viaggetto estivo. 

BMW S1000 RR - ECLETTICA COME POCHE

Il viaggio sarebbe meno sacrificato di quello che si potrebbe immaginare ed una volta a destinazione, avrete un mezzo spettacolare per affrontare la strada costiera che avete adocchiato in rete e che è proprio lì a vostra disposizione ed a disposizione della vostra belva bavarese, che tolti i bagagli sarà pronta a trasformarsi nel vostro personale parco giochi. 

A voler cercare il pelo nell'uovo, la S1000 RR scalda leggermente quando si procede a basse andature, ma non si parla di una sella rovente accompagnata da vampate di fuoco che escono dal motore. Non diventa mai realmente insopportabile il calore emesso dalla zona motore, ma è chiaro che un propulsore così spinto possa in qualche modo offrire il rovescio della medaglia in alcune situazioni. Lo definiremmo un prezzo misero del biglietto da pagare, pensando alla cornucopia di qualità dinamiche che sono presenti sul lato buono della stessa medaglia, e siamo certi che chiunque lo pagherebbe più che volentieri.

BMW S1000 RR - Dal box alla pista, passando per l'aperitivo e le vacanze. All in in salsa bavarese

Un'arma totale? Se non proprio totale, manca davvero pochissimo. La S1000 RR mette sul piatto una spiccatissima attitudine ad affrontare qualsiasi scenario che faccia parte della quotidianità di un motociclista medio. E' naturalmente pensata e sviluppata per l'uso sportivo, per affrontare la pista o una strada perfettamente levigata condita da curve da pennellare, ma i tecnici tedeschi nello sviluppare questa moto hanno trovato una formula davvero particolare, che permette di sfruttare al massimo le carte della S1000 RR anche negli scenari meno idonei per una supersportiva di 1000 cc. 

Tutto questo si trasforma in un invito costante a salire in sella, accendere il motore e godervi questa sportiva teutonica, che di teutonico ha solo il passaporto. Se dovessimo utilizzare un solo termine per definirla non avremmo molti dubbi: eclettica. Una definizione che calza a pennello ad una sportiva che non fa rimpiangere la sfruttabilità di moto ben più votate all'utilizzo quotidiano e che semplicemente sa regalarvi un sorriso enorme nel casco anche mentre la utilizzate per andare in ufficio. Se non è questa una moto sportiva eclettica, non immaginiamo quale altra possa esserlo. 

Per il nostro test in sella alla BMW S1000 RR abbiamo utilizzato:
 

  AGV GPR PISTA CARBON

 

  GIACCA DAINESE RACING 3

 

GUANTI DAINESE FULL METAL SIX

 


 PANTALONE DAINESE REGULAR JEANS


 

 STIVALI DAINESE TORQUE D1 IN BOOTS

​​​​
 

Share

Articoli che potrebbero interessarti