Lotus Evija: 2.000 CV... in silenzio. Il video sul circuito di Hethel

130 esemplari per la futura elettrica della Casa inglese. 100% elettrica, arriverà in concessionaria nel 2021

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


La Lotus Evija non è una novità assoluta (se ne parla già da quasi un anno), poiché già da un po' girano immagini del prototipo e dati. Ora però, grazie ad un video, la Casa inglese ne ha svelato le caratteristiche. L'hypercar, 100% elettrica, offre ben quattro motori per una potenza complessiva prossima ai 2.000 CV. Il prezzo? Sotto i 3 milioni di euro (si vocifera sui 2,7 milioni in verità N.d.R.). Numeri importanti, che ora andiamo a vedere nello specifico. Se doveste essere interessati, sappiate che arriverà sul mercato nel 2021, in soli 130 esemplari.

Evija “la prima della storia”

L'auto inglese è quasi pronta, e Lotus lo dimostra con un video. Non è emozionale, ma "istruttivo". Sì perché a spiegarci alla guida del prototipo EP2, com'è fatta è Gavan Kershaw, Heas of Vehicle Attributes. La Lotus Evija, si dimostra estremamente potente, un'auto capace di chiudere lo 0-100 km/h in appena 2,3 secondi. La velocità massima? 320 km/h. A "spingere" questa nuova Lotus, quattro motori elettrici sviluppati dalla Xtrac per un totale di quasi 2.000 CV di potenza (1.972 per essere precisi). Tutto è poi gestito da un software creato e sviluppato dal reparto di ingegneria della Williams, sapientemente gestito dalla funzione di torque vectoring, in grado di modificare l'erogazione in base al fondo stradale.

Autonomia di 400 km

A "tenere in strada" la nuova Lotus Evija, un telaio monoscocca in fibra di carbonio, che blocca il peso del mezzo a 1.680 chilogrammi. Tutto questo, per avere una automobile agile ed in grado di passare da 200 a 300 km/h in meno di 4 secondi. L'autonomia? 400 chilometri dichiarati con il ciclo WLTP. Un'autonomia che dobbiamo al pacco batterie che trova posto dietro l'abitacolo (è visibile attraverso la copertura in vetro). La ricarica della Lotus Evija? Solo 18 minuti grazie alla ricarica rapida a 350 kW.

Design innovativo

Va poi detto che il design, soprattutto nella parte posteriore di questa nuova Lotus Evija, è veramente particolare. L’aerodinamica è ovviamente al primo posto, tant'è che il cofano anteriore è particolarmente pronunciato. Non mancano vistose prese d'aria per migliorare il raffreddamento delle batterie. Non si puà poi non notare l’assenza di maniglie sulle portiere, dotate di apertura con telecomando. Mancano poi gli specchietti retrovisori (c'è un sistema di telecamere). L'auto è poi bassissima (10,5 i cm da suolo) e non manca uno spoiler che si modifica in base ai parametri indicati dal software.

Interni da aeroplano

Anche gli interni meritano due parole. Lo stile racing non manca, con il volante staccato dal cruscotto digitale con pezzi in carbonio sul piantone dello sterzo. Il display è invece essenziale, come "chiede" una vettura da corsa. Al volante, di ispirazione "prototipi endurance", include i pulsanti dei cinque Drive Modes: Range Mode, morbidissima, City Mode e con tanto "freno motore" per recuperare energia, Tour Mode, leggermente più potente ed adatta alla guida su statali, Sport Mode, più potente e reattiva, infine la Track Mode, la più cattiva. Quanto alla "cabina da comando", abbiamo come detto i display che sostituiscono gli specchietti retrovisori, un particolare ed inedito pilone al centrale pieno di comandi touch", e sedili con tre punti di ancoraggio.

Share

Articoli che potrebbero interessarti