Moto3, FP3: Italia al top a Barcellona: 1° Arbolino davanti a Fenati

Il milanese precede l'ascolano e Fernandez, 3° con caduta. 7° Foggia davanti a Migno, 11° Vietti. Costretti al Q1 Arenas, Mcphee, Ogura e gli altri azzurri

Share


La seconda giornata di azione in quel del Montmelò è ufficialmente iniziata, con la terza ed ultima sessione di prove libere della Moto3. Un turno come sempre di fondamentale importanza, con tutti i piloti impegnati a cercare il giro giusto per accedere direttamente in Q2. Tra traffico e basse temperature la prima notizia è che i primi tre piloti della classifica mondiale, ossia Albert Arenas, John Mcphee e Ai Ogura, dovranno passare per le foche caudine della Q1, avendo chiuso rispettivamente 16°, 19° e 21°.

Chi invece può sorridere è Tony Arbolino, primo ala termine delle tre sessioni di prove libere grazie al suo 1’48”635, solo due decimi meno rapido del giro record del tracciato, firmato nel 2018 da Aron Canet. I colori azzurri continuano a tinteggiare la classifica grazie a Romano Fenati, 2° a 143 millesimi, nonché davanti a Raul Fernandez, 3° nonostante una caduta alla curva 5.

Quarto Jaume Masia, davanti a Sergio Garcia, Gabriel Rodrigo e Dennis Foggia, bravo a risalire la classifica nel finale di turno incassando solo tre decimi circa dalla vetta. Alle sue spalle un altro italiano ossia Andrea Migno, il migliore dello Sky Racing Team vista la 11° piazza di Celestino Vietti, a mezzo secondo dal connazionale Arbolino.

Fuori dalla Q2 diretta gli altri italiani, a cominciare da Niccolò Antonelli, 17° dopo essersi visto cancellare nel finale un ottimo tempo. Riccardo Rossi ha chiuso 22°, ed è il primo pilota ad incassare un secondo dalla vetta, mentre Stefano Nepa e Davide Pizzoli (caduto alla 2) occupano la 27° e la 29° piazza.

Share

Articoli che potrebbero interessarti