Moto3, Arbolino show a Barcellona: pole e record della pista

Il milanese rifila sei decimi a Fernandez e Rodrigo, che completano la prima fila. 4° Arenas, 6° Antonelli, 11° Migno, 13° Foggia, 15° Fenati, 17° Vietti

Share


Come festeggiare il passaggio in Moto2 se non con una pole position da record? Deve essere stato questo il pensiero di Tony Arbolino all’inizio della Q2 di Barcellona, che il pilota milanese ha letteralmente dominato. Nell’ultimo giro disponibile infatti Tony ha conquistato la pole position con un eccellente 1’47”762, rifilando ben 618 millesimi al secondo, e sbriciolando il precedente record della pista di Aron Canet (del 2018).

“Dopo la prima uscita sapevo di poter abbassare il mio tempo - spiega Tony - e così è stato. Siamo tornati alla moto dell’anno scorso, quando ero molto veloce in qualifica. Ora dobbiamo trovare l’assetto giusto per la gara, ma intanto voglio godermi questo grande risultato e festeggiare l’ufficialità del mio passaggio in Moto2”.

Al fianco di Arbolino scatterà Raul Fernandez, molto veloce ma protagonista di una caduta all’ultima curva dell’ultimo giro disponibile, mentre a completare la prima fila è Gabriel Rodrigo, autore curiosamente dello stesso identico crono del pilota KTM. Buona qualifica per Albert Arenas, passato per la Q1 e pronto ad un’altra gara da protagonista, davanti a Jaume Masia e Niccolò Antonelli, che porta in seconda fila il team SIC58.

Ottima settima piazza per Filip Salac, compagno di Arbolino nel team Snipers, mentre Toba, Binder e Garcia chiudono la top ten, ai piedi della quale troviamo Andrea Migno, a più di un secondo dal poleman. Scatterà invece 13° Dennis Foggia, nella stessa fila di Romano Fenati (15°) ed una più avanti di Celestino Vietti (17°). Più attardati Riccardo Rossi (20° con caduta), Stefano Nepa (25°) e Davide Pizzoli (28°). Da segnalare infine la 24° casella di Ai Ogura, uno dei contendenti per il titolo mondiale.

Share

Articoli che potrebbero interessarti