MotoGP, Nakagami: "Veloce sul giro secco ma lento sul passo"

"Non ho buone sensazioni, non riesco a trovare grip al posteriore". Crutchlow: "la caviglia va bene ma il braccio ha gli stessi problemi di prima dell'operazione"

Share


Negli ultimi tempi non capita spesso di vedere una Honda nelle parti nobili della classifica, ma oggi, a Barcellona, Takaaki Nakagami l’ha portata. La RC231V del team LCR è al 5° posto grazie al giapponese, che però non è contento come si potrebbe immaginare.

Quando ho montato la gomma morbida nuova per fare il tempo è andata abbastanza bene, ma con la media sono troppo lento - ha spiegato Taka - Non riesco a trovare aderenza al posteriore, le sensazioni non sono positive. Con la soffice ho abbassato facilmente il tempo di un secondo ma non so se potrà fare tutta la gara, cercherò di scoprirlo domani”.

Il più grande problema di Nakagami, però, è stato un altro.

Il vento - ha ammesso - In frenata la moto era molto instabile, soprattutto alla prima curva, andava a destra e a sinistra, non potevo scegliere la traiettoria. Questa è stata una giornata particolare, spero che domani le condizioni siano migliori. Dobbiamo rendere la moto meno nervosa, perché così è difficile spingere e ho anche qualche problema agli avambracci.

La giornata di domani sarà fondamentale per il giapponese.

Non ho grande fiducia con l’anteriore, non mi stupisco che Bradl sia caduto alla curva 5, lì è facile - ha continuato - Poi vorrei capire se potrò usare la gomma morbida posteriore in gara, perché gli uomini di Michelin la sconsigliano. Vedremo, l’importante è restare calmi e non fare troppi cambiamenti sulla moto, altrimenti si rischia di perdere la strada”.

Cal Crutchlow, il suo compagno di squadra, più cha ai problemi di assetto deve fare fronte a quelli fisici. Dopo l’incidente nel paddock le preoccupazioni erano tutte per la caviglia infortunata, ma è stato l’avambraccio a creargli i maggiori problemi.

La caviglia è un po’ gonfia ma  non mi dà problemi nella guida - ha spiegato - Però ho dolore all’avambraccio, ieri era perfetto mentre oggi si è gonfiato dopo il primo turno di libere, è il doppio del normale. Il problema sembra il tendine, è molto rigido, e le sensazioni sono le stesse che avevo prima dell’operazione per la sindrome compartimentale. Nel pomeriggio la situazione è leggermente migliorata, non so se guidando migliorerà, lo spero”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti