Lancia davanti ad Alfa Romeo in Europa, grazie alle Ypsilon vendute in Italia

Sembra un paragone paradossale, un’eresia ed invece i numeri non mentono mai. La city car torinese vende da sola in Italia più di tutta la gamma del biscione in Europa.

Share


Non sempre la passione ricambia tutto l’investimento ed il tempo dedicato. Almeno per ora (visto che il neonato Gruppo Stellantis sembra avere a cuore le sorti di Alfa Romeo), uno degli esempi più eclatanti è proprio la Casa milanese. La crisi di Alfa Romeo è cosa ben nota e sembra essere più forte di tutto l’impegno profuso nel suo rilancio, fortemente voluto dal compianto Sergio Marchionne. Lo dimostra il fatto che oggi, pur avendo a listino una delle ultime berline più emozionali sul mercato, la Giulia, sembra non volare mai alta nelle classifiche delle auto più vendute (vedi link). Stelvio mantiene abbastanza bene la sua presenza sul mercato, complice la richiesta forte di SUV, ma da sola non basta a colmare il gap con le altre Case.

Passando alla sponda Lancia, la casa torinese da anni ormai a listino presenta solo la Ypsilon, una vettura prodotta dal 1995 col nome di “Y” per poi diventare dal 2003 “Ypsilon”. Fortunatamente il successo di questa city car (stabilmente tra le vetture più vendute in Italia) ha mantenuto il nome Lancia senza mai farlo sparire. Sempre Sergio Marchionne, per Lancia aveva invece decretato la fine, arrivando addirittura allo “spegnimento” dei domini web del marchio. La Ypsilon sembrava non avere possibilità di una erede che portasse avanti la storia del glorioso marchio. Invece oggi sembra siano già all’opera i collaudatori della futura generazione e l’attuale modello, pur essendo uno di più longevi sul mercato, continua a reggere molto bene.  

Per gli amanti della piccola italiana la Ypsilon è un capolavoro, che ultimamente ha festeggiato il traguardo delle 3 milioni di vetture vendute. Un’auto talmente richiesta che è stata ultimamente aggiornata nella sua motorizzazione, integrando la tecnologia Mild Hybrid (qui la nostra prova).

Tornando alla legge di mercato e consultando i numeri, qualche curioso ha notato che la Ypsilon è venduta solo in Italia, ma i dati rilevati tra gennaio ed agosto valgono da soli più di quanto abbia venduto tutta la gamma Alfa Romeo sull’intero mercato europeo. Parliamo di 24.670 vetture, contro un misero 9.875 di Alfa Romeo in Italia, che diventano 18.055 prendendo il dato su tutta Europa (dove Lancia arriva a 24.724, grazie a una cinquantina di veicoli immatricolati fuori dal nostro Paese).

Nulla di nuovo, visto che anche nel 2019 le posizioni dei due marchi erano le medesime, ma il sorpasso di Alfa nei primi mesi del 2020 sembrava essere una tendenza definitiva, visto che uno è un marchio su cui FCA investe, mentre l’altro doveva essere in fase di “spegnimento”. Invece così non è, Lancia pare dare segnali forte ed un colpo di coda che potrebbe anche essere l’inizio di un nuovo corso.

Ovviamente parliamo di vetture molto diverse, di target diversi, di aspettative diverse, di prezzi diversi e così via. Su un fatto però siamo tutti d’accordo: la Lancia Ypsilon è un’auto di successo, che per quanto sembri non mutare nel tempo, al suo pubblico piace e continuerà a piacere (squadra che vince non si cambia).

Il compito di Alfa Romeo invece è molto più arduo e richiede un investimento sempre più grosso in termini di tecnologia, prestazioni, qualità e aspettative. Good luck!

Share

Articoli che potrebbero interessarti