MotoGP, Michelin: "A Barcellona le gomme devono fare di tutto e bene"

Taramasso: "abbiamo gli pneumatici giusti per riuscirci". La novità è l'anteriore in mescola dura che sarà asimmetrico

Share


Messo in archivio il doppio appuntamento di Misano, è Barcellona ad attendere la MotoGP questo fine settimana. Una pista veloce e tecnica, con un asfalto rifatto solo due anni fa, in altre parole un banco di prova importante per le gomme.

Michelin si sente pronta ad affrontarlo e ha deciso con quali pneumatici affronterà il Gran Premio di Catalogna. Le mescole saranno le canoniche morbida, media e dura, ma ci sarà una novità per l’anteriore con la dura asimmetrica come tutte le posteriori.

In caso di pioggia, le gomme rain saranno disponibili in mescola morbida e media, con costruzioni simmetrica per l’anteriore e asimmetrica al posteriore.

"Sembra strano andare a Barcellona, visto che sta arrivando l'autunno e non la primavera, ma ci aspettiamo condizioni simili a quelle che avremmo avuto se la gara fosse stata nella sua data originale, quindi la gamma di pneumatici che forniremo è la stessa che avremmo usato se il calendario originale fosse rimasto in vigore - spiega Piero Taramasso, responsabile di Michelin sui campi di gara - È una pista che fornisce un ottimo banco di prova per le gomme, grazie al suo disegno completo che presenta curve veloci, un lungo rettilineo, frenate impegnative, oltre a essere molto esigente per lato destro della gomma, a causa delle lunghe curve che vanno in quella direzione. Questo significa che gli pneumatici che porteremo a Barcellona dovrenno fare un po' di tutto, ma dovranno farlo molto bene e abbiamo certamente le gomme giuste”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti