Maserati: la nuova GranTurismo? Impazzano i render sulla base della MC20

Dall’uscita della nuova Maserati MC20, diversi sono i designer che si sono divertiti a realizzare disegni dei nuovi modelli, girando intorno al look della supercar del Tridente.

Share


L'artista Alessandro Capriotti ha ideato un rendering della nuova Maserati Granturismo. Come ben sappiamo, a volte questi esercizi di stile non sono poi così lontani dalla futura realtà.

Per il suo lavoro ha preso ovviamente come base di partenza l’ultima supercar del tridente, la MC20, che ha permesso di regalare a sognatori e disegnatori tanti spunti interessanti, tra cui anche un’eventuale Alfaromeo 6C (vedi link).

Le somiglianze col modello MC20 sono ovviamente inerenti al gruppo ottico, alla griglia e alle prese d’aria laterali angolari. Le ruote, ad esempio sono le stesse, perché molti dei concetti stilistici e degli elementi meccanici che abbiamo appena scoperto con questa sportivissima a motore centrale, potremmo rivederli in futuri modelli più “normali” o allineati con quanto Maserati ci aveva abituati.

È infatti probabile che l’operazione di marketing intorno alla MC20, che è più una vettura per rilanciare l’immagine del marchio (in crisi negli ultimi anni) piuttosto che per far cassa e numeri, comporti appunto l’utilizzo di elementi in altri modelli, primo tra tutti il propulsore.

Il posteriore, invece, richiama il modello di precedente generazione, per mantenere un legame col passato che si proietta verso il futuro, tramite l’adozione dei nuovi fari a LED. Se di futuro parliamo, la casa Modenese ha già anticipato che un modello elettrico EV sarà disponibile dal 2022.

Per quanto riguarda il confronto tra questa proposta e la silhouette nel teaser ufficiale, si possono confrontare le immagini e, con un po’ di fantasia, si iniziano a delineare le soluzioni che saranno svelate nel 2021.

Solo una cosa è già certa: la nuova GT erediterà il motore Nettuno dalla potenza di oltre 620 cavalli, che ha debuttato sulla MC20 (vedi link).

Il Gruppo Stellantis, nome adottato dopo la fusione di FCA e PSA, sembra proprio voler mantenere le promesse fatte, dopo aver dichiarato che porterà 13 nuovi modelli entro la fine del 2024. Da appassionati di motori, speriamo che si investi forte anche su Lancia (vedi link).

Share

Articoli che potrebbero interessarti