MotoGP, Vinales:"Un consiglio sbagliato di Yamaha mi è costato la gara scorsa"

Maverick getta la croce sul responsabile interno degli pneumatici: "E' stato un errore montare la gomma dura,  ci ha fatto buttare via un weekend".    

Share


Quello che si è appena concluso sul tracciato di Misano Adriatico è stato certamente un sabato interessante, emozionante e pieno di spunti di riflessione. Prima su tutte la seconda pole position consecutiva di Maverick Vinales, che però nelle ultime 10 occasioni (su 12 pole totali in MotoGP) non ha mai trasformato la partenza al palo in vittoria. Ne è un esempio lampante la gara della scorsa settimana dove Maverick partiva con i favori del pronostico ma che ha chiuso in 6° posizione a causa di una errata scelta della gomma. 

“La settimana scorsa chi si occupa delle gomme in Yamaha mi aveva consigliato di utilizzare la dura, e così ho fatto – ha detto Maverick in conferenza stampa - Io non ero convinto che saremmo andati bene con quella gomma perché le altre Yamaha avevano scelto la media ma mi hanno confermato che la dura sarebbe stata la migliore per il mio stile di guida. Il mio potenziale era molto alto lo scorso weekend ma abbiamo fatto un errore che ci ha fatto buttare via un weekend, dobbiamo fare più attenzione su questo particolare, dobbiamo lavorare a stretto contatto con Michelin perché il nostro responsabile gomme non era d’accordo con le loro valutazioni e ha sbagliato”. 

Hai già scelto la gomma per domani o aspetterai di vedere quali saranno le condizioni in griglia?

“In questi giorni ho voluto lavorare molto con la media durante le prove libere. La settimana scorsa la M degradava molto rapidamente ma in gara la scelta degli altri piloti Yamaha ha pagato. Questo fine settimana tanti monteranno la morbida e altri la media, non penso che qualcuno sceglierà la dura e anche noi l’abbiamo scartata venerdì mattina. Sto lavorando per scegliere lo pneumatico per la gara e credo che la media sarà la gomma migliore per domani”. 

Ieri avevi detto che avresti lavorato sull’anteriore per cercare più aderenza. Sei riuscito a trovare quello che cercavi?

“Mi sono concentrato sulla gomma anteriore perché ieri ho avuto problemi e movimenti in frenata e nelle curve veloci. Stamattina ho fatto un passo in avanti e mi sento molto in fiducia soprattutto con il serbatoio pieno, in questo fine settimana ho pensato per tutto il tempo alla gara senza concentrarmi troppo sul giro secco”. 

Che gara ti aspetti per domani? Il livello sembra molto alto

“Tutti lavorano sodo in questo sport. Martedì i test hanno aiutato tutte le squadre e si è visto perché oggi in 20 hanno girato in 1:31, mentre prima ci riuscivano solo in pochi. Mi aspetto una gara combattuta. Io darò il massimo e se non riuscirò ad esprimermi al meglio cercherò di farlo a Barcellona”. 

Questo pomeriggio sei sembrato molto a tuo agio sulla M1, il lavoro nei test ha aiutato?

“Nelle FP4 ho mantenuto un gran passo e non ho nemmeno voluto spingere troppo per paura di stancarmi. Spero di poter fare tutta la gara su quel ritmo domani ma devo dire che il lavoro fatto in questi giorni con il team è stato incredibile anche se faticoso. Il giro di qualifica, infine, è stato molto buono, ho guidato in modo fluido”. 

Si è da poco conclusa la gara di MotoE. Che ne pensi della categoria?

"Ho visto un grande incidente in curva 2. Le gare sono divertenti perché sono brevi e tutti spingono molto ma sinceramente non mi ci vedo in quel campionato, conto di stare in MotoGP ancora per un bel po’"

Share

Articoli che potrebbero interessarti