SBK, Rinaldi: "Con il bagnato è il pilota a a fare la differenza"

"Io devo ancora migliorare in tutte le condizioni ma una gara con la pioggia cambierebbe molte cose. Redding e Davies? Domani arriveranno"

Share


Nella giornata del dominio Yamaha in FP1, il miglior pilota Ducati è stato ancora una volta Michael Ruben Rinaldi con la sua Panigale V4R preparata dal Team GO ELEVEN. Rinaldi non aveva mai girato a Barcellona, new entry del mondiale SBK, con la sua moto da gara visto che nei test di luglio si era presentato con una Ducati Panigale V4 S, la versione stradale. Eppure, oggi, è riuscito a mettersi dietro Redding, 9°, e Davies 11°. 

“I piloti del team ufficiale sicuramente arriveranno nella giornata di domani. Oggi non hanno montato le gomme nuove come ho fatto io e sono certo che anche loro saranno della partita”. 

Nel pomeriggio un temporale ha scombussolato i piani dei team ma Rinaldi è comunque stato tra i migliori, chiudendo anche la sessione bagnata in 3° posizione dietro a Rea e Van der Mark.

“Non sono al 100% e devo cambiare qualcosa sulla moto e nel mio stile di guida e per questo è stato un peccato vedere la pioggia nelle FP2 perché dovevamo provare delle cose insieme al team. Con una gara bagnata potrebbero cambiare molte cose, è più facile sbagliare e i piloti fanno molta differenza rispetto alla moto. Io non sono al meglio ma mi sono trovato abbastanza bene anche questo pomeriggio”. 

Michael, ci sono delle possibilità di bissare i risultati di Aragon? Nel doppio round hai ottenuto una vittoria e due podi.

“Te lo dirò domani sera, io mi sono allenato molto in vista di questa gara. Sono rimasto concentrato e rilassato perché voglio essere davanti”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti