MotoGP, Alex Marquez: “Nemmeno Marc sa quando tornerà”

“La sua assenza si fa sentire. Ci confrontiamo spesso sulla Honda, ma c’è differenza tra averlo in pista e sentirlo dal divano di casa”

Share


Quando rivedremo Marc Marquez di nuovo in pista? È la domanda che abbiamo fatto ad Alex prima di chiudere l’intervista del giovedì su Zoom. All’interrogativo il rookie della classe regina non si è certo sottratto, rispondendo: “Non ho la palla di cristallo, dato che nemmeno Marc sa quando tornerà – ha risposto -  lo farà quando sarà al 100%, anche se al momento serve pazienza. Ovviamente spero sia presto”.

L’attenzione si sposta poi sul weekend di gara.

“In vista del weekend ci serve un passo avanti importante ed è su questo che ci siamo concentrati durante l’ultimo test. Mi sono focalizzato sulla moto, ma anche sul mio stile di guida per adattarlo. Ho infatti cercato di migliorare, in particolare il passo gara per la domenica”.

Da parte del portacolori Honda non mancano quindi le aspettative.

“Abbiamo lavorato per questo fine settimana, ma anche con lo sguardo rivolto alla seconda parte di stagione. Sappiamo che ci aspetta un calendario particolarmente serrato e duro, ma ho comunque grandi aspettative. Voglio quindi essere fiducioso, dal momento che ci sono tante gare da qua al termine del Campionato”.

La classe regina sta mettendo sicuramente a dura prova il rookie, ma lui non ha la minima intenzione di gettare la spugna prima del previsto.

“Ho sofferto anche ai tempi in cui correvo in Moto2, il terzo anno addirittura più del secondo. Devo dire che in MotoGP il livello è molto alto e bastano pochi decimi a fare la differenza. Il mio obiettivo è comunque quello di lottare per la top ten e cercare di conquistare una posizione migliore durante le qualifiche in vista della domenica. Ultimamente ho faticato sul giro secco”.

Peccato quindi non ci sia Marc a poter dare una mano.

“Marc mi ha detto molte cose in merito alla moto, ma è difficile gestire la situazione con lui a casa e io in pista. Se lui fosse qua con noi sarebbe tutto più chiaro, ma al momento Marc è sul divano di casa e di conseguenza ci dobbiamo avvalere dei dati attuali. Sappiamo bene che Marc è un pilota veloce con la Honda, capace di tirare fuori il 110%, ma al momento la realtà con cui dobbiamo confrontarci è un’altra”  .

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti