MotoGP, Calcio, motori, basket, atletica e tennis: la folle corsa del Coronavirus

Jorge Martin è solo l’ultimo di una lunga serie di nomi nel mondo dello sport, dove neppure Usain Bolt è riuscito a fuggire al contagio del Virus  

Share


Piloti, calciatori, atleti, cestiti, pallavolisti, tennisti e pure golfisti. Il COVID-19 non guarda in faccia a nessuno e in questi mesi ce ne siamo ben accorti. È di stamattina infatti la notizia della positività di Jorge Martin al Coronavirus. Il pilota spagnolo dovrebbe non prendere infatti parte alla tappa di Misano del Motomondiale, in programma nel fine settimana, e con ogni probabilità salterà pure il secondo appuntamento tra poco più di sette giorni.

Una vera e propria tegola per il portacolori del team Ajo, chiamato a fare i conti con la stessa situazione in cui si è ritrovato circa un mese fa il pilota di F1, Sergio Perez, costretto a cedere il testimone a Nico Hulkenberg. Il Virus non sembra quindi volersi arrestare, nonostante i protocolli siano sempre più stringenti nel mondo delle corse prima di varcare il paddock tra tamponi, mascherine e rilevamento della temperatura corporea.

Ne sanno qualcosa i piloti, ma allo stesso tempo i calciatori. Il mondo del pallone è senza dubbio quello più colpito, tanto che dopo le vacanze sembra esserci stato un vero e proprio effetto domino. Ben quattro casi a Cagliari, due a Torino, a cui si aggiungono altrettanti a Roma, rappresentati da Bruno Peres e Kluivert. E che dire poi di Boga del Sassuolo e Petagna del Napoli. Ne fanno le spese i calciatori ma anche gli allenatori, su tutti Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna.  

Fortunatamente, molti di questi, sono risultati asintomatici. Discorso inverso per Paulo Dybala, che ha dovuto sottoporsi a ben cinque tamponi prima di risultare negativo e poter tornare ad allenarsi. Dall’Italia alla Spagna il passo è breve, dal momento che ad agosto la LIGA ha contato ben venti contagiati. E che dire della Francia, dove nelle ultime ore è emersa la positività al COVID-19 da parte della stella del PSG, Kylian Mbappé, preceduta dal compagno di reparto, Mauro Icardi.

Il Coronavirus non sembra quindi intenzionato ad arrestare la propria corsa, a tal punto da essere addirittura più veloce del Re dei 100 Metri, Usain Bolt. Risale infatti al 24 agosto la notizia della positività da parte dell’ex atleta giamaicano resa nota attraverso un tweet. Due mesi prima è invece toccato al tennista Novak Djokovic, finito nei giorni scorsi al centro delle polemiche per la squalifica rimediata agli US Open dopo aver colpito con una pallina un giudice di linea.

Dal tennis al basket il salto è più breve di quanto si immagini, dal momento che lo scorso mese ben 25 cestisti della NBA sono risultati positivi una volta sottoposti a tamponi. Nemmeno il mondo del golf è passato indenne, dove a farne le spese fino ad oggi sono quasi ben 10 giocatori.

Come si può vedere il COVID-19 colpisce e lascia il segno in modo trasversale in tutte le discipline. Quelli citati sono soltanto alcuni dei nomi del panorama sportivo di una lunga lista serie destinata a crescere con il trascorrere dei giorni, ma lo sport non si ferma.

Articoli che potrebbero interessarti