Moto2, Di Giannantonio: “Sia io che il team abbiamo fatto degli errori”

“Siamo professionisti e ora continuiamo a lavorare a testa bassa. Il 2021? Meglio rimanere concentrati su questa stagione”

Share


In una Moto2 che vede tre italiani nelle prime cinque posizioni, c’è anche qualche piccola delusione tricolore. Parliamo di Fabio Di Giannantonio, miglior debuttante della categoria nel 2019 e scomparso dai radar delle prime posizioni in questo strano 2020. Per il pilota di SpeedUP i punti in classifica sono solo 3, a pari merito con Somkiat Chantra e meglio solo di Marcos Ramirez, di certo non la posizione che compete al pilota italiano. 

“Ho ricominciato la stagione male, sto facendo più fatica quest’anno perché il cambiamento della gomma davanti mi ha fatto partire da capo – ci ha detto Fabio nel corso di un evento organizzato da Alpha Tauri e Red Bull a Milano - Con la squadra stiamo cercando un assetto per spingere ma non l’abbiamo ancora trovato. Ora si va in delle piste dove sono sempre andato forte e vedremo se riuscirò a tirare su una stagione finora difficile”. 

Oltre che i pochi risultati, nel corso di queste prime gare della stagione, ci sono state anche delle polemiche tra te e il team nel round di Brno. Ora com’è la situazione e l’umore all’interno del box?

Abbiamo fatto degli errori, sia io che il team. Non ero contento per delle cose, loro per delle altre, ne abbiamo parlato e credo che siamo tutti dei professionisti capaci di lasciarsi tutto alle spalle e continuare a lavorare a testa bassa per fare meglio”. 

Le difficoltà di questa stagione, però, non sono solo tue ma di tutta SpeedUP con il solo Aron Canet nella top 10 della classifica e quello che per molti era il favoritissimo per il mondiale 2020, Jorge Navarro, addirittura in 15° posizione. 

“Sinceramente anche io credevo di potere vincere questo mondiale. Mi stanno stupendo i risultati sia miei che di Navarro perché queste non sono le nostre posizioni. Non stiamo lavorando bene perché non abbiamo trovato la quadra con la gomma e questa classe ha un livello esagerato. Se non si è perfetti si fa tanta fatica in Moto2”. 

Per il prossimo anno cosa ti aspetti? Luca Boscoscuro non ha smentito le voci secondo le quali Aron Canet potrebbe passare nel team “principale” proprio ai danni di Di Giannantonio. 

Rimarrei focalizzato su quest’anno prima di pensare al prossimo, davvero, al momento devo rimanere concentrato sul 2020”. 

Cosa ti aspetti dal doppio weekend di Misano?

Il mio obiettivo è provare a vincere, come al solito, poi a Misano c’è ancora più motivazione perché è la mia gara di casa. Il mio atteggiamento non cambia, in questa pausa ho lavorato tanto per migliorare e spero di riuscire a togliermi delle soddisfazioni”.

 

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti