Moto3, Vietti vince all'esame di maturità: "Più tensione che in un GP!"

Celestino si è diplomato questa mattina, poi è salito in auto per raggiungere Misano: "dopo le soddisfazioni a scuola, spero di averne altre in pista"

Share


Oggi Celestino Vietti ha affrontato una gara diversa dal solito, dove non c’era da fare a sportellate con gli avversari in pista. Il pilota del team Sky VR46, alle 9.30 del mattino, è entrato nell’aula esami dell’istituto professionale Birago di Torino per affrontare il suo esame di maturità. Un’ora di domane e risposte (giuste) per una vittoria sui banchi di scuola da festeggiare con mamma Elvira, che lo ha aspettato impaziente fuori dalla porta. “Ero tesa, ma non come quando corre” ha scherzato congratulandosi con il figlio diplomato.

Io invece mi sento più tranquillo quando sono in moto - ha ribattuto Celestino - Oggi sentivo la tensione, in gara sono in un ambiente più famigliare, più mio. Invece oggi vedevo tutti che mi osservavano, avrei voluto mettermi il casco” ha sorriso.

Emozione a parte, Vietti si è fatto valere anche da studente, italiano e storia erano i punti deboli, ma ha saputo gestirli e fare valere i suoi punti forti, inglese, matematica e le materie tecniche. “Ero preparato su tutto… o quasi” ha scherzato.

Dopo i successivi sportivi, è bello avere raggiunto anche questo traguardo scolastico - ha detto - È stata mia mamma a convincermi a proseguire gli studi dopo il 3° anno. Mi ha sempre detto: studia, non si sa mai cosa può capitare nella vita. Anche se non è stato semplice, riuscire a studiare con tutti gli impegni nel Mondiale e dopo essermi trasferito a Tavullia. Praticamente mi allenavo dal mattino al pomeriggio, poi mi mettevo sui libri e infine chiamavo mia madre per chiederle se potevo rilassarmi con la PlayStation”.

Palestra, moto e studio hanno comunque trovato un equilibrio e domenica Celestino correrà il suo primo Gran Premio da perito meccanico.

A scuola ho lavorato soprattutto sulle auto, ma nel box tempesto di domande i meccanici per capire cosa facciano” ha  continuato Vietti che, sostenuta la prova, è salito in macchina alla volta di Tavullia, per poi domani varcare i cancelli del circuito di Misano.

Oggi ho avuto delle soddisfazioni a scuola, spero di averle anche in moto questo fine settimana - ha incrociato le dita - Misano è sempre più la mia gara di casa, abitando ora a pochi chilometri dal circuito. Sono un po’ agitato, voglio fare bene perché è un Gran Premio importante”.

Questa sera avrà qualche ora per festeggiare, poi tornerà a essere un pilota. Con il diploma.

Share

Articoli che potrebbero interessarti