La (Aurus) Escort voluta da Putin è una moto elettrica per la scorta

L'elettrificazione sembra convincere un "duro e puro" come Vladimir Putin, che avrebbe chiesto di sviluppare una elettrica per ammodernare il parco veicoli del Governo, inclusi quelli usati dalla sua scorta personale

Share


Certo, è stata anche una Ford in passato, ma sentir parlare di Escort potrebbe far pensare a cose diverse da una moto elettrica, quella che in futuro accompagnerà la scorta del Presidente russo Vladimir Putin. L'azienda Aurus, specializzata in veicoli di lusso, sembra aver avuto direttive proprio da lui per lo sviluppo di una moto elettrica

I primi disegni mostrano una moto dalle grosse dimensioni, imponente come si vuole per un mezzo che debba avere questo tipo di utilizzo, ma moderna ed "educata", perchè sarà assolutamnte silenziosa, grazie al propulsore elettrico. Si tratta di fatto di uno dei primi esempi per la Russia di elettrificazione in ambito motociclistico, mentre si vocifera di dati interessanti, con una velocità massima di ben 240 km/h ed una potenza del motore di 150 cavalli (112 kW).

Quanto alle tempistiche, lo sviluppo dovrebbe portare alla produzione dei primi esemplari entro un paio d'anni, quindi nel corso del 2022.

Share

Articoli che potrebbero interessarti