Swank Rally Sardegna 2020: tutto pronto per il classic rally

Al via il 30 settembre, cinque giorni di polvere e passione. Parteciperemo anche noi con Alberto De Bernardi ed una Vent Baja 125 RR

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Nel 2019, Yamaha partecipò come partner per la rinascita della manifestazione offroad più classica di tutte. Quest'anno si ripete, sia lo Swank Rally Sardegna, che la collaborazione con la Casa di Iwata. Si terrà dal 30 settembre al 4 ottobre 2020 e noi parteciperemo con un nostro pilota, Alberto De Bernardi, in sella ad una Vent Baja 125 RR. Parliamo di un evento dedicato all'enduro vintage, quelle degli anni '80 per capirsi, ma andiamo per gradi.

Come nasce lo Swank Rally Sardegna

Lo Swank Rally Sardegna nasce con l'idea di rivivere le sensazioni degli anni '80. E' e vuole essere il primo rally "africano", organizzato fuori dal continente. Prende vita dunque da un'idea di Renato Zocchi, che al ritorno dalla Dakar del 1984, insieme al fratello Guido, lo sviluppa fino a farlo diventare prova del Campionato del Mondo Rally Raid. Al via, auto e moto, una tappa del Campionato insieme alla Parigi Dakar ed al Rally dei Faraoni. Nel 1987 furono oltre 1.000 gli iscritti totali, per un evento alla ricerca di avventura totale. Nel 2019, Adventure Riding in collaborazione con Deus Milano, ripropongono "Il Mito", ed è subito record, con ben 130 partenti divisi in due categorie: una turistica ed una competitiva. Prove speciali auto-cronometrate e partenza dall’autodromo di Monza sono solo l'inizio.

Il programma 2020

Per la seconda edizione ritorna la formula originale: partenza e prime prove speciali al campo di motocross della Malpensa a Gallarate (30 settembre) e prima tappa fino a Genova (giovedì 1 ottobre) con una seconda prova speciale. Imbarco da Genova per la Sardegna, dove si svolgeranno le altre tre tappe da 200 a 300 Km per giornata, lungo un percorso completamente nuovo. Nello specifico, venerdì 2 ottobre si partirà da Porto Torres fino ad Arborea (305 Km). La terza tappa sarà una sorta di anello, sempre con base Arborea per un totale di 218 km, mentre la quarta ed ultima tappa vedrà il ritorno a Porto Torres, per 265 km totali.

La formula

Anche per questa edizione, saranno due le possibilità di partecipazione: una non competitiva ed una competitiva. La prima, classificata come “Swank Experience”, è aperta a tutti i tipi di moto da fuoristrada, mentre la seconda, denominata “Swank Rally”, è a sua volta divisa in due categorie: la R1, per moto storiche immatricolate prima del 31/12/1999, e la R2, per moto moderne, maxi enduro, scrambler ed enduro specialistiche, immatricolate dopo il 31/12/1999.

Per la “Swank Esperience” non competitiva è richiesto il tesseramento FMI Member 2020 ed il certificato medico di sana e robusta costituzione; il pilota potrà scegliere il tipo di navigazione tra roadbook e traccia GPX. Per la categoria “Swank Rally”, invece, è richiesta la licenza FMI 2020 di Fuoristrada, Fuoristrada Elite, Fuoristrada Amatoriale e Fuoristrada One Event con visita medico sportiva; la navigazione in gara sarà esclusivamente tramite road book. Per entrambe le possibilità, è necessario avere il mezzo in regola per la circolazione su strada e non è consentito portare passeggeri. Le tappe si articoleranno in trasferimenti e prove speciali, con crono in linea e ad anello, sempre autocronometrate del pilota. Saranno assicurate assistenza medica, camion scopa e servizio trasporto bagagli, e l’immancabile spirito Deus per i dettagli.

Fate ancora in tempo ad iscrivervi!

Per chi fosse interessato a partecipare, a questo link troverà il regolamento. Qui, invece, le modalità di iscrizione, che come vedrete, può anche comprendere il traghetto a/r in cabina doppia condivisa (cena/colazione escluse), due notti in hotel in 1/2 pensione in camera doppia condivisa, assicurazione, gadget e quant'altro lì specificato.

Nomi e sponsor di livello

Abbiamo già detto che il main partner sarà Yamaha, che infatti schiererà il proprio Yamaha Team formato da Alessandro Botturi (Campione di Rally e Vincitore dell'Africa Eco Race), Maurizio Sanna (storico dakariano) e Giorgio Rocca (Olimpionico Sci). Altro partner, sarà il MBE (Motor Bike Expo), che schiererà il mitico Franco Picco, Roberto Parodi (Riders e influencer) e quel ragazzaccio di Ringo (Virgin Radio). Citiamo anche il dakariano Giuseppe Macchion, Ottavio Missoni (della famiglia omonima e vicintore lo scorso anno della categoria competitiva rally). Partner tecnici, TomTom ed Acerbis.

Un test diverso per GPOne.com

Come accenato, ci saremo con il nostro lettore, Alberto De Bernardi, in sella ad una Vent Baja 125 RR da enduro. Sarà il modo per provare una moto in un modo decisamente intenso, scoprendo uno dei modelli più gettonati della casa di Introbio (Lecco), nata raaccogliendo l'eredità di HM Moto e decisamente in fase di rilancio. Alberto invece ha già partecipato allo Swank Rally Sardegna lo scorso anno ed è uno dei promotori deil progetto VAtm, Varese Terra di Moto (che vede coinvolte SWM, Ariete, la Di Traverso School di Marco Belli ed altre attività legate al territorio varesino). Se volete curiosare, qui trovate tutto. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti