SBK, Rinaldi e Ducati non bastano per fermare Rea ad Aragon. 3 Redding

Johnny piega Michael in Gara 2 dopo un duello incandescente, mentre Scott scivola a 36 punti nel Mondiale, a terra Bautista e Davies, 9° Caricasulo, 12° Melandri

Share


Johnny Rea ritrova la vittoria in Gara 2 ad Aragon, conquistando il 96° successo. Un risultato fondamentale in ottica Campionato, visto soprattutto il terzo posto di Scott Redding, che scivola a 36 lunghezze dal Cannibale nella classifica iridata. Giù il cappello per quanto riguarda Michael Rinaldi, autore di un memorabile secondo posto tutto cuore e grinta. 

Rimane invece giù dal podio la Honda di Leon Haslam, seguita dalla Kawasaki di Lowes, poi le Yamaha di van der Mark, Razgatlioglu, Baz, Caricasulo e Gerloff. 12° Melandri, 14° Ferrari.

GIRO 17 - Johnny tenta ora l'allungo, portando il proprio margine a tre decimi su Rinaldi. Manca un solo giro alla fine di Gara2

GIRO 16 - Rea trova il varco e infila Rinaldi, guadagnando la prima posizione, ma Michael non vuole mollare. 

GIRO 15 - Manovra fenomenale di Rea, che controlla la Kawasaki evitando di venire sbalzato prima del catappi a scendere. 

GIRO 14 - Il distacco di Redding dalla coppia di testa sale sotto il secondo. Nel frattempo Rinaldi continua a fare i conti con il pressing di Rea.

GIRO 13 - Davies finisce a terra. Al quarto posrto sale quindi la Honda di Haslam, mentre Lowes e quinto seguito da van der Mark.

GIRO 12 - I riflettori di Gara 2 sono tutti puntati sulla sfida Rinaldi-Redding, separati da meno di un decimo. Redding è sempre a un secondo dai Michael e Scott. Quarto Davies seguito da Haslam e Lowes.

GIRO 11 - Rea si fa vedere negli scarichi di Rinaldi, ma il portacolori Go Eleven chiude ogni varco. Dietro di loro cerca di resistere Redding, distante sempre un secondo. 

GIRO 10 - Rinaldi è tallonato da Rea, che non molla mezzo centimetro. Nel frattempo Redding cerca di recuperare, portandosi a un secondo dalla coppia di testa. Da registrare il ritiro di Barrier.

GIRO 9 - Rinaldi e Rea provano a scappare, mentre Redding accusa ora un secondo nei confronti della coppia di testa. Davies è quarto a tre secondi dalla vetta, seguito da Haslam e Lowes. Decimo invece Melandri. 

GIRO 8 - Rinaldi rifila quattro decimi a Rea, che lascia nel frattempo sul posto Redding, il quale perde terreno dal Cannibale. 

GIRO 7 - Un duello incandescente tra Rea e Redding con Rinaldi che ne approfitta per prendere il comando della corsa. Il portacolori Go Eleven si prende la vetta, mentre Rea infila Scott ed è secondo. 

GIRO 6 - Primo colpo di scena! Bautista finisce a terra e mette fine alla sua gara. Nel frattempo inizia un duello incandescente a tre tra Rinaldi, Redding e Rea. 

GIRO 5 - I primi quattro stanno facendo gara a parte, mentre Davies perde terreno nei confronti della Honda di Bautista, accusando quasi un secondo.

GIRO 4 - Giro veloce per Scott Redding in 1'30"569. Rea però è attaccato a due decimi. Dietro di lui resistono Rinaldi e Bautista, mentre Davies perde mezzo secondo dalla Honda. 

GIRO 3 - Redding, Rea, Rinaldi, Bautista: i primi quattro sono racchiusi in solo mezzo secondo. Si ritira Sykes, mentre finisce a terra Scheib.

GIRO 2 - Redding precede Rea di soli due decimi incalzato a sua volta da un trenino comandato da Rinaldi con Bautista, Davies e Haslam alle spalle. Undicesimo Caricasulo, 15° Melandri 

GIRO 1 - Redding transita al comando del primo giro dopo aver risposto a un attacco ai danni di Rea. Dietro di loro c'è Rinaldi incalzato da Bautista poi Davies e Razgatlioglu. 

14:00 Partita Gara 2.

13:58 Warmup lap iniziato.

13:55 Cinque minuti al via di Gara 2 al Motorland.

13:50 Ricordiamo che Redding partirà davanti a tutti in virtù della vittoria nella Superpole Race. Al suo fianco Rea e Rinaldi. 

13:45 Le moto sono già schierate in griglia quando mancano 15 minuti alla partenza dell'ultima gara del weekend per la classe regina. 

13:40 Pit lane aperta ad Aragon in vista del via di Gara 1. 

Ben ritrovati ad Aragon per la seconda e ultima gioranta di gare al Motorland. Grande attesa soprattutto per Gara 2 della Superbike, in programma alle ore 14. Non manca infatti l'interesse nei confronti di Redding e la Ducati, in quali hanno riscattato la caduta di ieri con la vittoria nella Superpole Race del mattino. Il portacolori Aruba ha rosicchiato tre punti nella classifica iridata al Cannibale e ora il suo distacco è di 27 lunghezze.

In Gara 2 servirà quindi una conferma a tutti gli effetti da parte di Scott, che non potrà certo accontentarsi. Ovviamente avrà anche bisogno del contributo di Michael Rinaldi, autore ieri della prima vittoria in carriera in SBK in sella alla Panigale V4 del team Go Eleven. Allo stesso tempo non possiamo dimenticarci di Chaz Davies, ancora a secco di vittorie in questo 2020.

Di seguito ecco la classifica iridata.

Share

Articoli che potrebbero interessarti