SBK, Bautista: "Aragon non ha dimostrato il gran lavoro fatto con Honda"

"Oggi ho perso l'anteriore e non ho potuto fare niente. Stiamo lavorando e questi risultati non lo dimostrano". Leon Haslam: "Ho mantenuto il ritmo di Davies oggi"

Share


Poteva essere il weekend della conferma sul podio per la Honda HRC ed invece per il team e Alvaro Bautista si è rivelato un fine settimana sottotono. Non tanto per le prestazioni della CBR 1000 RR-R Fireblade, che ha dimostrato in Superpole Race di potersela giocare, quanto per gli esiti delle due corse: caduta in Gara 1 in curva 14 e caduta in Gara 2 in curva 9. 

"E' stato un peccato per l'incidente, stiamo lavorando molto duramente e quindi è una delusione. Nella Superpole Race ho lottato dopo aver perso qualche posizione in partenza ma ho recuperato e sono riuscito a fare delle belle battaglie con gli altri piloti. In Gara 2 sono partito bene ma ero al limite, anche se con il gruppo dei primi, il che comunque è positivo.  Purtroppo però ho perso l'anteriore in curva 9 e non ho potuto fare nulla". 

La Honda è sicuramente migliorata dall'inizio dell'anno ma nell'arco di queste due settimane non si sono visti dei grandi progressi dal punto di vista tecnico e sopratutto per quanto concerne i risultati. 

"Forse non stiamo facendo grandi passi avanti, ma ci stiamo concentrando sui piccoli dettagli e sono quelli che fanno la differenza, e direi che siamo in costante crescita. Mi dispiace per come è andato a finire questo fine settimana, perché il risultato non riflette il nostro duro lavoro. Nel prossimo round dobbiamo cercare di trovare il modo di avere un po' più di margine nelle gare. Devo ringraziare HRC e tutto il mio team per il lavoro di questo fine settimana". 

Haslam: "Sono riuscito a tenere il ritmo di Davies"

In Gara 2 è stato invece Leon Haslam a chiudere come migliore Honda del gruppo in quarta posizione. Per il pilota britannico, dunque, è arrivato un buon risultato dopo un inizio di stagione in difficoltà. 

"Sono molto contento del risultato di gara 2 perché abbiamo cercato di mettere tutto insieme per fare una gara più costante, e ci siamo riusciti. Sono stato coinvolto in una battaglia con Razgatlioglu nelle prime fasi, ma una volta superato Toprak, sono riuscito a mantenere il mio ritmo e a rimanere con Davies, che sappiamo essere molto forte qui ad Aragon. Abbiamo ancora delle aree in cui vogliamo migliorare ma per me questa è stata la gara migliore della stagione e quindi speriamo di poter prendere quello che ho imparato e applicarlo al prossimo round di Barcellona".

Share

Articoli che potrebbero interessarti