SBK, Davies: "Rinaldi va forte con la Ducati anche senza chiedere consigli"

"Michael sta guidando benissimo, ha trovato il modo di sfruttare la Ducati al meglio. Oggi ho scelto una gomma più morbida e non ho mai spinto al 100% perchè dovevo preservarla"

Share


Nella giornata della prima vittoria in SBK di Michael Ruben Rinaldi c'è anche un'altra Ducati sul podio ed è quella di Chaz Davies. Curioso intreccio perchè Rinaldi sembra essere il candidato perfetto per sostituire Chaz nel team ufficiale per il 2021 nel caso in cui il britannico scelga di non rinnovare con il team Aruba. 

"Sono davvero contento per Rinaldi, sta facendo una stagione incredibile e in queste gare sta guidando benissimo - ha detto Davies - Ci conosciamo da molto e so che come tutti noi ha avuto dei momenti complicati nella sua carriera. Oggi ha fatto un risultato fantastico, dobbiamo solo essere contenti". 

Rinaldi guida una Panigale V4 R 2019 con sospensioni Olhins, praticamente la stessa utilizzata da Alvaro Bautista la scorsa stagione. Durante questi due fine settimana, però, il pilota italiano ha fatto un grande passo in avanti riuscendo non solo a salire sul podio ma addirittura a vincere la gara. Ci si chiede, quindi, se ci sia stato un confronto tra il team GO ELEVEN e quello ufficiale Aruba.it sui dati dei propri piloti. 

"Michael sta andando benissimo anche senza chiedere i miei consigli. Credo che abbia trovato il modo corretto di guidare questa moto e oggi l'ha fatto alla grande". 

Cosa è cambiato dalla scorsa settimana ad oggi? 

“Le temperature sono cambiate molto rispetto alla scorsa settimana e questo si è proiettato sull’aderenza, sulle sensazioni e sulle reazioni della moto in pista. Ho cambiato la posteriore rispetto allo scorso weekend, è stato un rischio ma alla fine ha pagato. Montare una gomma più morbida non mi ha permesso di spingere per tutta la gara perché ho dovuto gestire, anche Scott e Alvaro lo stavano facendo”. 

Anche oggi la tua Superpole non è stata brillante, un po' come in tutta la stagione, quanto ha influito oggi la terza fila sulla tua gara?

“Non troppo ad essere onesti, ma proprio perché non ho mai spinto veramente per preservare la gomma, la mia gara è stata costante e mi sono concentrato sul consumo degli pneumatici”. 

Hai battagliato con la Honda di Bautista. Hai notato qualcosa su quella moto? Ti sei fatto un'opinione sulla competitività e sul potenziale di questa Fireblade?

“Non ho un’opinione sulla Honda, sembrano forti in alcune aree e invece la Ducati sembra più veloce in altre.

Share

Articoli che potrebbero interessarti