La gamma Honda CB 500 guadagna l'Euro5 e nuove colorazioni per il 2021

Le tre declinazioni Honda delle medie CB500F, CBR500R e CB500X ricevono l'omologazione ed un tocco grafico completamente inedito, per una gamma che ha sfiorato le 100.000 unità vendute dal 2013

Share


Oltre 92.000 moto vendute dal 2013, anno del debutto della gamma. Questo valore basta per definire il successo di Honda CB500F, CBR500R e CB500X, tre modelli che declinano in modo diverso il bicilindrico da 48 cv della Casa di Tokyo, riuscendo ad andare incontro alle esigenze di un'enorme fetta di motociclisti o aspiranti tali.

Secondo le ricerche effettuate dalla stessa Honda, sarebbe infatti elevatissima la percentuale dei nuovi proprietari di uno dei tre modelli ad entrare nel mondo delle moto proprio grazie all'acquisto di una di queste media. Con i loro 48 cv sono infatti perfetti per i possessori di patente A2. Per il 2021, ci sono novità importanti che riguardano la gamma, pensate rendere più accattivante il design ed adeguarsi alla normativa Euro5. Si parla di modelli 2020, ma le nuove CB500F, CBR500R e CB500X saranno disponibili presso la rete di concessionari Honda già a partire dall'autunno del 2020.

Dal punto di vista estetico i ritocchi sono pochi ma sapienti. La CB500X, la più 'avventurosa' delle tre, eredita il telaietto reggisella rosso che fa già splendida mostra di sé sull'ammiraglia Africa Twin 1100, regalando alla media uno stile decisamente più aggressivo. La naked di famiglia, ovvero la CB500F sfoggia invece un inedito colore Candy Caribbean Blue Sea, mentre per la sportiva del gruppo, la CBR500R, il logo è stato rivisto assieme alle grafiche per richiamare con maggiore intensità la parentela con la mitica Fireblade. 

La novità rappresentata dall'Euro5 è stata implementata dopo aver svolto un grande lavoro di messa a punto rispetto alla precedente versione del propulsore di questi modelli, teso a ridurre drasticamente le emissioni di monossido di carbonio, di idrocarburi incombusti e di ossido di azoto. Viene anche introdotto un più accurato controllo delle mancate accensioni e un limite per il particolato fine.

Sugli oltre 92.000 esemplari venduti fino a questo momento della gamma, il 48% è rappresentato dalla Naked CB500R, mentre la crossover CB500X sfiora il 38% seguito dal 18% di quota rappresentato dalla sportiva, la CBR500R. Una segmentazione molto precisa, con ognuna delle medie ad occupare una precisa posizione strategica sul mercato.

Share

Articoli che potrebbero interessarti