SBK, Althea lascia il Mondiale con Gabellini, Moriwaki prosegue con Takahashi

Bevilacqua: “Ho deciso di ritirare la squadra perché non credo più nel progetto e non posso partecipare alle gare con moto Stock”

Share


E pensare che quando si sono uniti, circa un anno e mezzo fa, non mancavano le ambizioni, tanto che le aspettative erano ben altre. Ad Aragon si conclude invece il rapporto professionale tra Genesio Bevilacqua e Midori Moriwaki. Una spaccatura che ha avuto il proprio culmine al Motorland con la separazione tra le parti.

In attesa che arrivi il comunicato ufficiale da parte del team, Althea ha già iniziato a smontare l’hospitality nel paddock e portare via il materiale dal proprio box per fare rientro a casa. La voce si è diffusa ad inizio weekend è ora ecco arrivare la conferma.

A fare luce sulla questione ci ha pensato Genesio Bevilacqua, che ci ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva: “Noi siamo partiti con buoni propositi lo scorso anno – ha dichiarato il numero uno di Althea -  adesso devo cercare di salvaguardare il prestigio della squadra, dato che non si può andare a fare le gare con le moto versione Stock”.

Come detto Bevilacqua saluta:  “Il team Althea non è iscritto al campionato, lo è Moriwaki, che continuerà per la sua strada. Personalmente credevo di trovare un team strutturato dal punto di vista tecnico, invece non è stato così. Ritiriamo quindi il nostro service, come la struttura legata all’hospitality, perché non credo più nel progetto”.

La struttura di Genesio Bevilacqua chiude quindi al Motorland il proprio 2020 e di conseguenza il Mondiale finisce anche per Lorenzo Gabellini, che aveva esordito a Jerez un mese fa. Dalla prossima settimana vedremo quindi in pista soltanto Takahashi, mentre a curare il servizio legato alla somministrazione del cibo, dalla Repubblica Ceca partirà un bilico di MIE in sostituzione di Althea. A Praga, infatti, Moriwaki ha una seconda base dopo quella in Giappone.

Share

Articoli che potrebbero interessarti