Aprilia regala le ali alla Tuono: ecco la V4 X con un tocco di MotoGP

L'avevamo anticipata, ed ecco svelata la versione X della super naked di Noale. Aleix Espargarò l'ha provata in anteprima al Red Bull Ring, Savadori l'ha spremuta al limite ad Imola

Share


Avevamo mostrato in anticipo le immagini della nuova belva di Noale, la Tuovo V4 X dotata di una soluzione aerodinamica che richiama apertamente la RS-GP 2020, l'arma usata in pista da Aleix Espargarò e Bradley Smith. Un vero gioiello, prodotto in soli 10 esemplari esattamente come avvenuto per la RSV4 X, la moto che lo stesso Max Biaggi sta utilizzando per le sue sempre più frequenti uscite in pista.

Tutti gli esemplari, che costeranno 34.900 euro,  saranno assegnati tramite prenotazione e non c'è da sorprendersi sul fatto che ci sia enorme interesse attorno alla moto, visti i numeri da capogiro che mette sul tavolo. Aprilia dichiara infatti ben 221 cv per soli 166 kg di peso. Numeri che regalano un rapporto peso/potenza incredibile ad una moto le cui doti dinamiche hanno decisamente fatto divertire il buon Aleix Espargarò, protagonista delle foto diffuse e scattate sul Red Bull Ring.

Su questa Tuono V4 X si è divertito anche Lorenzo Savadori, tester di Aprilia in MotoGP ed in grado di fermare i cronometri ad Imola nell'incredibile limite di 1'50", un best lap perfettamente in linea con i tempi segnati dalle SBK di pochi anni fa. Proprio Savadori ha commentato la propria esperienza in sella a questa Tuono che ridefinisce i limiti della categoria.

"È la moto più divertente che abbia mai guidato - ha raccontato Savadori -  Il mix tra comodità e prestazioni è, secondo me, unico. Il motore
pazzesco sa essere anche molto gestibile, sia per gli esperti sia per gli amatori, e il pacchetto aerodinamico regala una stabilità incredibile per essere una naked. Credo che Tuono V4 X abbia ancora una volta creato un nuovo segmento.”

Anche Aleix Espargarò ha parlato delle sensazioni che la Tuono V4 X ha saputo regalargli tra i cordoli del Red Bull Ring, un tracciato velocissimo sui cui lo spagnolo si è divertito a ribaltare il gas scaricando a terra tutti i 221 cv della super naked di Noale.

“La Tuono V4 X è spaziale - le parole di Espargarò -  non avevo mai provato in pista una moto con manubrio alto e sono rimasto sorpreso dalla sensazione di stabilità. Il motore è pazzesco, ma la ciclistica non va in crisi, anzi: posizione di guida ed elettronica la rendono estremamente divertente. Puoi guidarla in modo pulito, ma puoi anche metterla di traverso. È una pura sportiva con un lato da teppista"

Dal punto di vista tecnico l'introduzione delle appendici aerodinamiche di derivazione MotoGP rappresenta senza dubbio lo step più visibile della trasformazione della Tuono nella V4 X, ma per arrivare a quota 166 kg a secco, un valore prossimo a quello delle MotoGP, a Noale hanno impreziosito la moto con tantissmi particolari in carbonio ed alluminio ricavato dal pieno. I cerchi Marchesini in magnesio fanno la propria parte per alleggerire le fondamentali parti non sospese della moto e il design dell'Akrapovi che regala una voce da urlo alla moto è semplificato per ottenere il miglior rapporto tra peso e prestazioni.

L'elettronica è come sempre da riferimento. A Noale hanno portato la sofisticazione da questo punto di vista a livelli incredibili ed in questo caso i più esigenti che avranno la fortuna di mettere le mani sulla Tono V4 X si troveranno davanti ad un comparto elettronico degno delle migliori SBK. Le mappature del motore sono tutte “full power” e ottimizzate per l’impianto di scarico racing. I livelli di engine brake, traction control e anti wheelie sono specificamente studiati per l’uso in circuito. Di serie il cambio elettronico assistito anche in scalata e la strumentazione TFT a colori riprogrammata con visualizzazione dei tempi sul giro mediante sensore GPS integrato.

Share

Articoli che potrebbero interessarti