Tu sei qui

CCM Spitfire Blackout 600, la diva di The Black Widow

La scrambler britannica celebra la presenza nel grande schermo nel film Marvel The Black Widow con Scarlett Johansson.

Moto - News: CCM Spitfire Blackout 600, la diva di The Black Widow

Share


The Black Widow, la Vedova Nera che risponde al nome di Natasha Romanoff, è uno dei tanti personaggi che ci ha regalato Stan Lee.

Agente dei servizi segreti russi prima di transfugare verso lo S.H.I.E.L.D. di Nick Fury, è una dei protagonisti degli Avengers

Ora Marvel le dedica un film che avrebbe dovuto uscire a aprile ed è stato rinviato a novembre dal coronavirus.

Nel frattempo CCM Motorcycles,il costruttore inglese non perde tempo e ha pensato di realizzare una serie limitata derivata dalla Scrambler.

Le vere dive del cinema

Non ce ne vogliano Scarlett Johansson e Daniel Craig, ma quest'anno i motociclisti e le motocicliste al cinema hanno tutt'altre dive da ammirare e si chiamano srambler.

Dopo la Triumph Scrambler 1200 nell'atteso ultimo film di 007, James Bond, No time to die, ad apparire in un'altra pellicola dall'alto tasso di spettacolarità è la CCM Spitfire Scrambler, che apparirà in Black Widow, la Vedova Nera, film che racconta la genesi di Natasha Romanoff.

Moto da azioni spettacolari

Basata sull'apprezzata piattaforma Spitfire, questa mot è stata selezionata per un ruolo da protagonista battendo una concorrenza ristretta, prestigiosa e agguerrita solo per l'aspetto.

Dopo una serie di prove dei coordinatori degli stunt, la CCM Spitfire Scrambler ha convintolo staff grazie alle sue doti di manovrabilità, leggerezza (appena 139 kg, 3 in meno della Scrambler di serie) e guidabilità che hanno permesso di eseguire l'ampia gamma di manovre richieste.

La CCM Spitfire Scrambler infatti nel film La Vedova Nera (Black Wodow) sarà impegnata in scene piuttosto spettacolari, come ci si aspetta da ogni film targato Marvel.

Il motore è un monocilindrico da 55 CV di potenza e 50 Nm di coppia a 5.500 giri, i tecnici inglesi per migliorare la dinamica di guida hanno reimpostato la mappatura e revisionato il cambio.

Sia all'anteriore che al posteriore, l'escursione delle sospensioni regolabili è di 120 mm, mentre l'impianto frenante è composto da degli edonistici dischi da 320 mm davanti e 240 mm dietro. Le ruote a raggi da 17" (posteriore) e 19" (anteriore) montano pneumatici tassellati sportivi.

Nuova eroina dark

Se le versioni di serie realizzate dall'azienda artigianale inglese fanno venire voglia di balzare in sella, questa specialissima Blackout Edition fa davvero aumentare la pressione del sangue nelle vene, grazie a un aspetto esaltato dall'esclusiva e brillante combinazione di colori dipinta a mano che adornano le curve scolpite del serbatoio e la carrozzeria in carbonio lucido.

La CCM Spitfire Blackout 600 gioca sul contrasto di colori tra il nero e il rosso: il telaio a traliccio verniciato a polvere nero perla mette in risalto gli inserti rossi nell'impianto frenante, nel motore, nel forcellone e nell'ammortizzatore posteriore e anche nelle cuciture in contrasto rosse nella sella in microfibra.

Il sound che esce dal doppio scarico alto, tipico delle scrambler, è coinvolgente e ricco e non può che invogliare a girare il gas.

Fuori dall'ombra e sullo schermo cinematografico, ma anche fuori in strada, disponibile in edizione limitata al prezzo di 8.995 sterline nel Regno Unito, ovvero circa 10.000 euro.

Articoli che potrebbero interessarti