SBK, Fuoco Nemico Ducati: ad Aragon un attacco a tre punte contro Rea

La Superbike torna in azione nel weekend al Motorland con la sfida in pista e un'altra più complicata fuori dal paddock chiamata COVID-19

Share


Dici Aragon e di conseguenza non puoi non pensare a quei due lunghi rettilinei che caratterizzano il tracciato del Motorland. Lo scorso anno, sulla pista di Alcaniz, Alvaro Bautista e la Ducati recitarono un copione a parte, tanto che Rea fu chiamato a giocare sulla difensiva, senza nemmeno riuscire a contrastare lo spagnolo.

E allora ci domandiamo subito: sarà ancora una volta così?

Ad Aragona la Superbike torna in pista dopo due settimane di stop con Johnny Rea e la Kawasaki davanti a tutti grazie a un margine di soli quattro punti sulla Ducati di Scott Redding. L’ultimo appuntamento di Portimao ha infatti stravolto le gerarchie nei piani alti, dal momento che il tris calato dal Cannibale in Portogallo gli ha consentito di prendersi la vetta.

Al Motorland ci si aspetta quindi la risposta della Rossa, che potrebbe sfruttare i lunghi rettilinei per fare valere il potenziale del proprio motore V4. Per Scott Redding, così come per Chaz Davies e Michael Ruben Rinaldi, l’occasione potrebbe essere davvero ghiotta. Senza girarci troppo attorno possiamo infatti dire: se la Ducati vuole tornare alla vittoria, questa è l’occasione giusta per farlo. Aragon è infatti la pista preferita per Chaz Davies, mentre Scott Redding la conosce quasi come le sue tasche vista l’esperienza maturata ai tempi della MotoGP e i recenti test svolti.

Peccato solo ci sia di mezzo un certo Johnny Rea. Sarà anche vero che lo scorso anno il nordirlandese fu chiamato a incassare per tre volte il colpo al Motorland, ma nel prosieguo della stagione la sua Kawasaki mostrò di sapere annullare il gap emerso sulle piste caratterizzate da lunghi rettilinei. Per maggiori informazioni andarsi a rivedere le tappa di Losail e San Juan oppure quella recente di Portimao.

Insomma, siamo abbastanza convinti che anche in questo caso Johnny saprà tenere testa alle Rosse, anche perché la scorsa settimana il nordirlandese ha girato insieme al compagno Lowes al Motorland per affilare le armi. Insieme a loro erano presenti le Yamaha di Toprak Razgatlioglu e Michael van der Mark, così come le Honda di Alvaro Bautista e Leon Haslam.

Tra l’altro, lo squadrone HRC ha svolto ben due test nell’ultimo mese sul tracciato spagnolo e di conseguenza si attendono segnali di crescita dopo le difficoltà emerse a Jerez e Portimao. Le aspettative non mancano nei confronti di Bau Bau, che un anno fa dominò la scena in sella alla Panigale V4. Peccato che ora quella storia sia solo un lontano ricordo.

Ah, oltre alla sfida in pista c’è anche il mercato. Cosa farà Davies? Chi sarà il sostituto di van der Mark in Yamaha e chi affiancherà l’olandese? Di questi temi ne parleremo in settimana.

Un ultimo appunto: la Superbike disputerà ad Aragon ben due round consecutivi. Lo scorso weekend, in Aragona, si sono registrati quasi 500 contagi a causa della diffusione del COVID-19. Speriamo che tutto vada per il meglio, come lo è stato a Jerez e Portimao, e gli appassionati a casa possano godere di un bello spettacolo. Noi di GPOne saremo anche questa volta sul campo per raccontarvi l’appuntamento del Motorland.

Share

Articoli che potrebbero interessarti